News immediate,
non mediate!

Candidata FdI Cinzia Cellucci (Comune Rovereto) – Lettera ai cittadini

Categoria news:
TV - RADIO - WEB - PRESS

RAI 2 – “ORIGINI ” * « TAPPA IN LUNIGIANA, UNA REGIONE STORICA DELIMITATA DAL BACINO DEL FIUME MAGRA (10/3 – 15.00 »

Scritto da
10.55 - venerdì 8 marzo 2024

Nella puntata di “Origini” in onda domenica 10 marzo su Rai 2 alle 15 i conduttori Francesco Gasparri e Valentina Caruso andranno alla riscoperta della Lunigiana, una regione storica, che risale all’epoca medievale, delimitata dal bacino del fiume Magra. La sua storia è scolpita nella pietra: quella più povera e antica, l’arenaria, e quella più pregiata, il marmo, di cui Carrara è la capitale mondiale.
Francesco Gasparri comincerà il suo viaggio da un antico ponte in pietra della Via Francigena per poi arrivare al Castello del Piagnaro a Pontremoli, al cui interno si trova il Museo delle Statue Stele, antichissime e misteriose pietre antropomorfe, che vanno dall’età del rame all’età del bronzo. Le Statue Stele, scolpite nella pietra arenaria rappresentano uno dei più affascinanti misteri della storia. Qual era la loro funzione? E perché ne sono state trovate così tante in Lunigiana?

Valentina Caruso invece andrà alla scoperta dell’antica città di Luni, un sito archeologico poco conosciuto ma di importanza storica straordinaria. Luni, fondata dai Romani nel 177 aC, oltre ad essere uno snodo strategico, in virtù del suo antico porto, divenne importantissima in epoca Giulio Claudia, per l’abbondanza di marmo presente delle Alpi Apuane. Ed è col marmo di Luni che Augusto rivestì Roma, tanto da poter dire una delle sue frasi più famose: “Ho trovato una città di mattoni, ve la restituisco di marmo”.
Ma come funzionava una cava ai tempi dei romani e come era organizzata? Valentina va a scoprirlo nell’area Archeologica di Fossacava dove si trova un’antica cava romana musealizzata. Il racconto del direttore dell’area archeologica Stefano Genovesi, farà capire bene quanto i romani fossero evoluti ed organizzati sia nella cavatura del marmo, sia nella lizzatura, cioè il trasporto nel marmo fuori dalla cava, attraverso discese impervie le cosiddette “Via di lizza”.

E proprio il mestiere del lizzatore, quello più pericoloso e affascinante tra i mestieri della cava e quello che ha attraversato i millenni, sino al secolo scorso: a Carrara non esiste più dal 1964, quando cioè è stata chiusa la ferrovia marmifera e i camion hanno cominciato ad arrivare sino alle cave.
Francesco va alla scoperta di questo antico mestiere, incontrando uno degli ultimi lizzatori, Sergio Giorgi, che ha scritto anche “A te la Ruspa”, libro in cui racconta con orgoglio e nostalgia gli anni ruggenti trascorsi con i suoi compagni sulle vie di Lizza.
Valentina andrà poi in una cava moderna, per scoprire come è una cava oggi, e come sono cambiati gli strumenti di lavoro nel corso dei secoli. Ci sarà spazio anche per una sorpresa, Valentina conoscerà nella cava Francesco Gabelloni, un cavatore che ha recitato pure nel film: “Il Peccato-il furore di Michelangelo” di Andrej Koncalovskij.

Francesco invece incontrerà nella suggestiva cava sotterranea di Ramaccioni, il celebre scultore Fabio Viale, che proprio come faceva Michelangelo, viene a Carrara a scegliere i pezzi di Marmo per le sue opere, ormai conosciute in tutto il mondo.
Poi, sempre Francesco farà visita ad un moderno laboratorio di scultura, che sorge accanto alle cave di marmo di Fantiscritti, dove un sofisticato robot, scolpisce il marmo, lasciando poi agli scultori, solo il compito delicatissimo di rifinire l’opera.
Valentina infine chiude il percorso al Porto di Carrara da dove il marmo viene esportato in tutto il mondo.
La puntata avrà una seconda collocazione su Rai 1, il 23/3 a partire dalle 11.25 con una versione che raccoglie il meglio del viaggio.
“Origini” condotto da Valentina Caruso e Francesco Gasparri, un programma di Pietro Raschilla’ scritto con Stefania Bove, Giuseppe Giunta, Domenico Nucera, Luciano Palmerino, Marco Papola, Paola Petrolati a cura di Valentina Loreto, produttore esecutivo Alessandra Badioli, regia Walter Vetere.

Categoria news:
TV - RADIO - WEB - PRESS
© RIPRODUZIONE RISERVATA
DELLA FONTE TITOLARE DELLA NOTIZIA E/O COMUNICATO STAMPA

È consentito a terzi (ed a testate giornalistiche) l’utilizzo integrale o parziale del presente contenuto, ma con l’obbligo di Legge di citare la fonte: “Agenzia giornalistica Opinione”.
È comunque sempre vietata la riproduzione delle immagini.

I commenti sono chiusi.