VIDEONEWS & sponsored

(in )

MEDIASET – R4 * “ STASERA ITALIA “: « L’INTERVISTA A DAVIDE CASALEGGIO ED ENRICA SABATINI, RICONCILIAZIONE TRA M5S E ROUSSEAU? BISOGNA DECIDERE SE L’EREDITÀ DI GIANROBERTO È ANCORA DEL MOVIMENTO »

«Uno dei temi è l’uomo, l’uomo al centro, un nuovo umanesimo che sia al centro delle aziende. Lui pensava, per esempio, a un umanesimo “Olivettiano” con la persona al centro dell’azienda, non con il dipendente o la risorsa umana. Un umanesimo tecnologico che ponga l’uomo non al servizio della tecnologia, ma la tecnologia al servizio dell’uomo, anche immaginando quale futuro noi vogliamo costruire». Queste le parole di Davide Casaleggio, presidente e fondatore dell’Associazione Rousseau – la piattaforma di democrazia diretta al centro dell’azione politica del Movimento 5 Stelle, in merito all’eredità culturale lasciata dal padre Gianroberto, fondatore di M5S assieme a Beppe Grillo – in un’intervista concessa a “Stasera Italia”, in onda questa sera alle ore 20.30 su Retequattro e condotto da Barbara Palombelli.

Rispetto alla frattura e al possibile divorzio che si starebbe consumando tra l’ala governista del M5S vicina all’ex Premier Giuseppe Conte e l’Associazione Rousseau, a “Stasera Italia”, Enrica Sabatini, socia dell’Associazione Rousseau, spiega: «Da statuto, tutte le votazioni del Movimento 5 Stelle devono essere fatte sulla piattaforma Rousseau. Se si sta immaginando di fare una votazione su una nuova piattaforma, probabilmente la notizia è che si sta facendo un nuovo partito, con una nuova associazione, con un nuovo statuto e con una nuova piattaforma. Quindi qualcosa che è diverso dal Movimento 5 Stelle».

E aggiunge, in relazione alle dichiarazioni del deputato e capogruppo pentastellato alla Camera, Davide Crippa, secondo il quale ci sarebbero 7 milioni di euro su un conto che Rousseau non sblocca e non permetterebbe dunque di utilizzare per realizzare progetti a favore dei cittadini: «In un anno non ci è mai pervenuta una richiesta di fare le votazioni per fare altre restituzioni. Comunque, dal momento che questo comitato deve essere sciolto, come ci hanno comunicato, questi fondi e questi soldi possono tranquillamente essere restituiti ai cittadini. Quindi non è necessaria una votazione, possono procedere tranquillamente».

Infine, in merito a un’eventuale riconciliazione tra M5S e Associazione Rousseau, Sabatini dichiara: «Noi aspetteremo il 22 aprile per vedere se il Movimento onorerà gli impegni che deve. Rousseau rappresenta l’eredità di Gianroberto e per Gianroberto era un elemento imprescindibile e indissolubile. Oggi bisogna decidere se Gianroberto e la sua eredità siano ancora parte del Movimento oppure no».