VIDEONEWS & sponsored

(in )

CANALE 5 – “ IL CARDELLINO “ * TRATTO DALL’OMONIMO BESTSELLER: « VINCITORE DEL PULITZER PER LA NARRATIVA, DI DONNA TARTT »

Questa sera, domenica 25 aprile, in seconda serata, su Canale 5, prima visione assoluta del cult tratto dall’omonimo bestseller e Pulitzer per la narrativa di Donna Tartt, «Il Cardellino». Nel cast, Ansel Elgort, Finn Wolfhard, Sarah Paulson, Luke Wilson, Jeffrey Wright e Nicole Kidman.

Alta, colta, raffinata, mai uscita nelle sale italiane, la pellicola – tratta dal terzo, monumentale romanzo (900 pagine) selezionato dalla New York Times Book Review come uno dei 10 migliori libri del 2013 e, secondo Stephen King, opera di una «scrittrice straordinariamente brava» – racconta le vicissitudini di Theo Decker, tredicenne la cui vita verrà sconvolta da un evento traumatico che lo condizionerà per tutta la vita.

Al centro del racconto, un piccolo dipinto della Golden Age olandese, Il Cardellino, una delle poche opere sopravvissute di quello che era l’allievo più promettente di Rembrandt, Carel Fabritius, i cui lavori sono andati distrutti in un’esplosione nella quale morì lo stesso artista.

Riflessione sulla fragilità dell’esistenza e la potenza dell’arte, The Goldfinch è una storia di segreti, ossessioni, dilemmi, ceneri del passato, fughe, bugie. Un’opera dickensiana che abbraccia tematiche universali, tra New York, Las Vegas, Londra e Amsterdam, magnificamente illuminate dalla fotografia di Roger Deakins (doppio Oscar con Blade Runner 2049 e 1917). Nel clou emotivo del film spicca anche una cover della dylaniana It’s All Over Now, Baby Blue, cantata da Van Morrison.

Il Cardellino è il terzo libro di Donna Tartt, dopo Dio d’illusioni, del 1992, e Il piccolo amico, del 2002. Con Bret Easton Ellis (Meno di zero), Tama Janowitz (Schiavi di New York), Jay McInerney (Le mille luci di New York) e altri, Tartt è parte del cosiddetto Brat Pack, il gruppo di giovani autori americani emersi sulla costa orientale USA negli Anni ’80, il cui impatto ha fortemente inciso sull’ondata minimalista dell’epoca.