News immediate,
non mediate!
Categoria news:
OPINIONEWS

TRAVAGLIA – TAVERNINI – FERRARI / COMUNE DRO (TN) * « PROGETTO DI RICOSTRUZIONE EDIFICIO PP. EDD. 299/3 E 300 C.C. VIA PASCOLI 2 CENIGA, ABBIAMO DEPOSITATO OPPOSIZIONE ALLA GIUNTA COMUNALE »

Scritto da
10.10 - domenica 18 luglio 2021

I Capigruppo Consigliari di minoranza, hanno depositato opposizione alla Giunta Comunale di Dro avverso la delibera del Consiglio Comunale nr. 32 datata 29 giugno 2021 interessando al provvedimento oltre alla Provincia Autonoma di Trento – Servizio Autonomie Locali anche la Comunità di Valle Alto Garda e Ledro – Tutela del Paesaggio che ha deliberato il progetto con parere favorevole.

Nella delibera che riporta come oggetto “ART. 106 L.P. 15/2015. AUTORIZZAZIONE AL RILASCIO DEL PERMESSO DI COSTRUIRE PER PROGETTO DI DEMOLIZIONE CON RICOSTRUZIONE EDIFICIO SOGGETTO A RISANAMENTO CONSERVATIVO PP. EDD. 299/3 E 300 C.C. DRO IN VIA PASCOLI 2 CENIGA” approvata solo da una parte della maggioranza, a parere degli oppositori, si rilevano vizi di legittimità.

Messi a parte i vizi amministrativi, politicamente appare assolutamente ingiustificabile una deroga così impattante per un edificio ubicato sulla piazza principale del centro storico di Ceniga. Si ritiene doveroso che il Comune, oltre che a motivare l’interesse pubblico, produca una perizia in contraddittorio con quella di parte anche ai fini della tutela del bene pubblico interrato confinante con la P.ed. 300 del quale non si fa alcun cenno e che potrebbe subire gravi danni che ne potrebbero compromettere la staticità, peraltro non garantita, per il quale è stato richiesto, da noi, uno specifico sopralluogo. La deliberazione, con palese contradizione, fa specifico riferimento alla scheda 35C, recentemente redatta dall’arch. Campolongo Giorgio, su incarico dell’Amministrazione Comunale, dove il degrado fisico è considerato “NULLO” e quindi autorizza esclusivamente il risanamento conservativo.

Tutto ciò che può apparire incomprensibile, può invece essere ben spiegato conoscendo l’area politica molto vicina alla maggioranza dei proprietari interessati.
Ma allora, cosa intende il sindaco quando nel suo programma elettorale afferma: “- riqualificazione dei centri storici di Ceniga e Pietramurata, con il miglioramento dell’arredo urbano”.
E’ palese come un cittadino, con perizia di parte e con l’appoggio politico, possa ottenere una deroga.

Uno dei compiti che ci siamo assunti, candidandoci alle ultime elezioni Amministrative con la Cittadinanza, di fare chiarezza su quello che potrebbe essere dannoso e irrispettosa nei confronti dei Cittadini e dell’ambiente nonché un controllo della discrezionalità politica garantendo imparzialità nel trattamento.

Nelle riflessioni è doveroso un rimando all’art. 9 della Costituzione Italiana “La Repubblica promuove lo sviluppo e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione.”.

 

*
I Capogruppo in intestazione
Travaglia Valentino – Tavernini Alvaro – Ferrari Giovanni

 

Loader Loading...
EAD Logo Taking too long?

Reload Reload document
| Open Open in new tab

Scarica PDF

 

Loader Loading...
EAD Logo Taking too long?

Reload Reload document
| Open Open in new tab

Scarica PDF

Categoria news:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.