RAI 2 * PRESENTAZIONE GIRO D’ITALIA: OSPITI D’ONORE IL VINCITORE DEL GIRO 2018, IL BRITANNICO CHRIS FROOME, E IL CAMPIONE ITALIANO IN CARICA E DETENTORE DELLA MAGLIA CICLAMINO, ELIA VIVIANI

E’ diventato ormai un appuntamento tradizionale di fine stagione, come del resto l’ultracentenaria storia del Giro d’Italia impone. Domani, mercoledì 31 ottobre, negli studi televisivi di via Mecenate, a Milano, saranno tolti i veli all’edizione n. 102 della corsa rosa. La presentazione sarà un vero e proprio show televisivo, condotto da Alessandro Fabretti e Alessandra De Stefano, e sarà trasmesso in diretta su Rai 2 dalle ore 16.45 alle ore 17.55 e in diretta streaming su Raiplay per l’Italia e, per l’estero, sul sito www.giroditalia.it.

 

Ospiti d’onore, tra i tanti protagonisti del passato, più o meno recente, il vincitore del Giro 2018, il britannico Chris Froome, e il campione italiano in carica, e detentore della maglia ciclamino, Elia Viviani.

La location, come lo scorso anno, sarà quella dello studio della trasmissione “Che tempo che fa”. Si conoscerà nel dettaglio, quindi, il Giro 2019 del quale, finora, sono stati resi noti solo alcuni particolari. Prima di tutto, a parte uno “sconfinamento” nella Repubblica di San Marino, il Giro si correrà tutto in Italia, con partenza da Bologna e arrivo a Milano, che torna ad essere la conclusione tradizionale dopo il finale di Roma dello scorso anno. La corsa, dunque, scatterà sabato 11 maggio dal capoluogo emiliano, e sarà subito spettacolo: la prima maglia rosa verrà assegnata, infatti, al termine di una tappa a cronometro, breve ma dura, con partenza dal centro città e traguardo posto accanto al santuario della Madonna di San Luca.

Saranno 8,2 km, gli ultimi 2 dei quali molto duri, con pendenze medie intorno al 9,7% e lunghi tratti oltre 10-12, fino al picco del 16% in corrispondenza del triangolo dell’ultimo chilometro; anche la seconda tappa partirà da Bologna, per dirigersi verso Sud. L’Emilia Romagna , poi, riabbraccerà il gruppo dopo una settimana, domenica 19 maggio, con un’altra cronometro individuale, la Riccione-San Marino, di 34,7 km, mentre martedì 21, dopo il primo giorno di riposo, si correrà l’undicesima frazione, da Ravenna a Modena, di 147 km, completamente pianeggianti.

Tutto il Giro d’Italia sarà trasmesso in diretta su Rai2 e su Raisport HD, con l’utilizzo di tecniche di ripresa sempre più sofisticate, e della realtà aumentata, per far entrare ancora di più il telespettatore nella corsa, e farlo “pedalare” all’interno del gruppo. RaiRadio1 e RaiRadio2, invece, saranno le radio ufficiali, per il commento la prima, per l’intrattenimento la seconda.