News immediate,
non mediate!
Categoria news:
OPINIONEWS

COMUNE DI ROVERETO (TN) * SCUOLA MUSICALE “ZANDONAI”: « AVVIO ESTREMAMENTE POSITIVO, OLTRE IL 30% IN PIÙ LE ISCRIZIONI PER L’ANNO 2021-2022 »

Scritto da
09.34 - martedì 05 ottobre 2021

Partenza positiva per la Civica Scuola musicale “Zandonai”. Oltre il 30% in più le iscrizioni per l’anno 2021-2022.

Ha preso il via nel migliore dei modi l’anno didattico della Civica Scuola Musicale “Zandonai” di Rovereto. Un avvio segnato da un dato estremamente positivo: un aumento degli iscritti di oltre il 30% rispetto al passato e con un numero che sfiora i 200 allievi.

“Siamo particolarmente orgogliosi di questo risultato – spiega il direttore, Cosimo Collazzo – frutto dell’impegno e delle attività che non sono mai venute meno nonostante le difficoltà causate dalla pandemia e l’intenso programma che ha visto la scuola mantenere le porte aperte nel corso dell’estate, con corsi e occasioni di incontro che si sono svolti in giugno-luglio e poi a settembre”.

Riprende dunque la formazione, rivolta a diverse fasce d’età, che si svolge normalmente nell’arco dell’anno, con i corsi strumentali, di formazione e di coro, ai diversi livelli, vari laboratori musicali, e con una pattuglia di docenti giovani, motivati e altamente qualificati.

Quest’anno, inoltre, si è aperta una nuova importante finestra con i nuovi di corsi di percussioni e sassofono, strumenti che stanno riscontrando l’interesse di molti curiosi e appassionati che hanno così occasione di avvicinarsi alla musica con un approccio diverso.

“L’aumento degli iscritti alla Civica Scuola Musicale – commenta la Vicesindaca e Assessora Giulia Robol – è un dato molto significativo che dimostra l’interesse della città verso questa istituzione. La formazione alla musica è uno strumento di crescita per i più giovani, ma è anche una occasione di incontro e scambio ad ogni età. La Civica Scuola Musicale, inoltre, si interfaccia durante tutto l’anno con la città attraverso laboratori ed eventi e rappresenta un valore aggiunto importante nel tessuto sociale di Rovereto.

La scelta didattica che punta alla qualità e alla interazione con diversi attori sul territorio provinciale e nazionale, dal Conservatorio all’Università, è evidentemente vincente. L’augurio per tutti gli insegnanti è che quest’anno si possa lavorare con serenità e per tutti gli studenti, di qualunque età, che possano trarne il miglior profitto”.

Categoria news:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.