Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

La ” Strega Coppola e la realtà di una propaganda violenta. È carnevale. E quindi si potrebbe prendere come una innocente e simpatica presa in giro la raffigurazione della consigliera Lucia Coppola rappresentata come Maga Magò sui manifesti del “Blocco studentesco”, apparsi a Trento e a Riva. Ma la realtà dei fatti è ben diversa.

Ormai conosciamo lo stile dei gruppi di estrema destra, alcuni dichiaratamente fascisti: apparire come gli onesti, i goliardi, quelli che stanno dalla parte “degli italiani”. Quelli che sono “al fianco degli studenti, contro streghe e nuovi mostri della politica” come scritto nell’assurda “rivendicazione” dei manifesti. I nuovi (vecchi) mostri li hanno fatti rinascere loro: sono i mostri del razzismo, dell’odio per il diverso, a cominciare dalle donne – inevitabilmente paragonate a streghe.

Il rimando a tempi davvero bui è chiaro ma forse gli studenti del “Blocco studentesco” hanno imparato male la storia.

La solidarietà di Futura2018 va tutta alla nostra consigliera Coppola e alla sua attività politica. È davvero risibile poi che il comunicato del “Blocco” la dipinga come “una persona che nulla ha a che fare con la politica studentesca”. Forse non sanno che Lucia Coppola è stata militante del movimento studentesco a 16 anni e poi per 38 pienamente inserita nel mondo della scuola ricoprendo il ruolo di presidente del Consiglio scolastico provinciale per 14 anni.

Quello che è inaccettabile è l’attacco personale, non quello sulle idee. Questa è propaganda violenta e squadrista. Camuffata con il simpatico personaggio di Walt Disney.

 

*

Piergiorgio Cattani – presidente Futura 2018