News immediate,
non mediate!
Categoria news:
OPINIONEWS

APSS TRENTINO * COVID: « VACCINAZIONI PEDIATRICHE OGGI LA PRIMA GIORNATA, ALLE ORE 18.00 SONO 1.831 I BAMBINI PRENOTATI PER LA PRIMA DOSE »

Scritto da
18.23 - venerdì 17 dicembre 2021

È entrata nel vivo oggi, con le prime somministrazioni a Rovereto, la campagna vaccinale dei bambini tra i 5 e gli 11 anni. Domani si ripete con vaccinazioni un po’ in tutto il Trentino. La settimana prossima sedute vaccinali nei pomeriggi di lunedì 20 a Sén Jan e a Tione; di martedì 22 a Malé e di giovedì 23 a Cles. Le prenotazioni per la giornata di domani proseguono fino alle ore 21 di questa sera attraverso il Cup-online. Alle ore 18 di oggi sono 1.831 i bambini prenotati per la prima dose; il sistema contestualmente alla prima fissa anche la data della seconda dose a distanza di tre settimane.

Per la zona di Trento domani le vaccinazioni dei bambini saranno effettuate solamente nel Centro vaccinale di Lavis in via Giuseppe di Vittorio 24 (sede protezione civile) dalle ore 8 alle ore 20, centro dove sarà possibile accedere anche senza prenotazione durante tutta la giornata.

Per le somministrazioni viene utilizzato il vaccino Pfizer pediatrico, con un dosaggio di 1/3 rispetto a quello somministrato dai 12 anni in su, vaccino che, in base ai molti studi condotti e alla grandissima quantità di somministrazioni già eseguite senza segnalazioni di reazioni avverse importanti, è efficace e sicuro.

Per evitare assembramenti si richiede che i bambini siano accompagnati da un solo genitore e si raccomanda di presentarsi all’appuntamento puntuali, non più di cinque minuti prima.

Per ridurre i tempi di permanenza nei centri vaccinali si consiglia, di portare con sé la tessera sanitaria del minore, il modulo per il consenso alla vaccinazione già compilato e la scheda anamnestica che si consiglia di stampare fronte-retro (scaricabili dal sito Apss https://bit.ly/3aUwBCX). È consigliato far indossare una maglietta a manica corta per facilitare la somministrazione.

Categoria news:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.