News immediate,
non mediate!

Gianpiero Lui – Candidato sindaco Rovereto (Tn)

Candidata FdI Cinzia Cellucci (Comune Rovereto) – La Sicurezza

Categoria news:
OPINIONEWS TN-AA

DAL RÌ (UDC TN/AA) * CAMPOBASE: « È UNA PIA INIZIATIVA DI QUALCHE EX DEL VECCHIO PENTAPARTITO, SCHIERATOSI CON IL PSE »

Scritto da
17.00 - giovedì 22 giugno 2023

(Il testo seguente è tratto integralmente dalla nota stampa inviata all’Agenzia Opinione) –
///

La diserzione dai doveri e dalle responsabilità della politica ha una tradizione trentennale. Tacquero allora, davanti alla corruzione come ai soprusi della carcerazione preventiva, così come dal 2021 su abusi e vessazioni inventati solo per obbligare i lavoratori ad offrirsi gratuitamente, volontari ed a proprio rischio, alla fallimentare sperimentazione dei farmaci genici al posto dei vaccini o delle cure monoclonali.

Sentire quei consumati disertori proporsi ora eredi locali di una tradizione nazionale che non difesero per pavidità, fossero o meno direttamente coinvolti nelle pratiche di malaffare, anche per l’età di quei sopravvissuti, fa più sorridere che schifo.

Lasciando al ricordo di tanti le tristi figure del segretario e del vicesegretario della Dc trentina ai tempi degli arresti di Mario Malossini e dell’ing. Carli, ci rendiamo peraltro conto che la memoria di quel periodo ha fatto per tanti la fine della denuncia del Rettore professor Ferrari sulla vicenda Mulino Vittoria.
Eppure, se i loro eredi sono coloro che, preferendo come simbolo il sepolcro imbiancato allo Scudo crociato, ne han seguito le tante piroette fingendo che il silenzio dell’ipocrisia fosse la cura per quelle vergogne, noi siamo fieri di essere altro da loro.

Per quello ci piace ricordare a quella signora Maule che tanto spese con il supporto di Sara Ferrari nei progetti tridentini di Smart City, con le performance e le ricadute che tutti oggi possono misurare, che in un partito nazionale, i cui governi dettero al Trentino quella Autonomia di cui tanti si riempiono la bocca ed alle volte le tasche, la scelta del Segretario Nazionale on. Lorenzo Cesa, in vista del prossimo congresso, di riorganizzare tutte le rappresentanze a livello regionale e provinciale ed indicare ovunque dei commissari radicati sul territorio è la scelta di chi vuole riportare i Territori al centro dell’azione politica del partito a Roma.

Il comitato elettorale “Campobase”, la cui sede ospita con cortesia quell’ex segretario della DC, poi dissolto alle prime difficoltà, poi definitosi movimento ed infine partito, dotandosi di uno statuto, resta fino al voto la pia iniziativa di qualche ex del vecchio pentapartito schieratosi con il Pse. E lo Scudo Crociato si colloca invece in quella tradizione del popolarismo cristiano cui i tanti disertori girarono le proprie illustri spalle.

Noi vogliamo essere ideologici e distanti da ciò che altri sono stati per 35 anni.

*

Roberto Dal Rì
Commissario Straordinario dell’Udc per il Trentino Alto Adige
#ilcentrodeltrentino

Categoria news:
OPINIONEWS TN-AA
© RIPRODUZIONE RISERVATA
DELLA FONTE TITOLARE DELLA NOTIZIA E/O COMUNICATO STAMPA

È consentito a terzi (ed a testate giornalistiche) l’utilizzo integrale o parziale del presente contenuto, ma con l’obbligo di Legge di citare la fonte: “Agenzia giornalistica Opinione”.
È comunque sempre vietata la riproduzione delle immagini.

I commenti sono chiusi.