VIDEONEWS & sponsored

(in )

ZANETTI (“SI PUÒ FARE”) * PARCHEGGI VIOTE (TN): « RIATTIVAZIONE DEL PAGAMENTO NELL’AREA DI SOSTA SUL MONTE BONDONE, È DIFFICILE COMPRENDERE E GIUSTIFICARNE LA SCELTA »

Riattivazione pagamento della sosta nei parcheggi alle Viote. È notizia di pochi giorni fa la decisione di riattivare il pagamento dell’area di sosta sul Monte Bondone.

Non solo per gli autocaravan, ma anche per i veicoli leggeri: per questi ultimi sembra prevista la tariffa oraria di 1 euro e di 2 euro per le prime 3 ore. Risulta davvero difficile comprendere e giustificare una tale scelta.

 

Soprattutto in un momento storico in cui, per la crisi sanitaria ed economica in atto, l’amministrazione dovrebbe agevolare e non onerare chi si reca sulla montagna di Trento, per godere finalmente di una libertà di spostamento della quale eravamo stati privati a causa del Covid.

 

Non dimentichiamo che usciamo da un periodo di forte stress emotivo e di chiusure forzate in casa, anche con bambini piccoli.

Praticare sport in montagna o passare alcune ore all’aria aperta, anche semplicemente per camminare, non rappresentano certamente un lusso, bensì un’esigenza in questo periodo.

Si allega Domanda di attualità depositata presso il Consiglio Comunale di Trento.

 

Silvia Zanetti

Consigliera Comunale di Trento

 

 

*

Trento, 31 gennaio 2021

 

Al Presidente del

Consiglio Comunale di Trento

Paolo Piccoli

 

Al Sindaco del

Comune di Trento

Franco Ianeselli

 

Alla Giunta

del Comune di Trento

 

DOMANDA DI ATTUALITA’

OGGETTO: riattivazione pagamento della sosta nei parcheggi alle Viote

Risulta alla scrivente che, dopo un periodo di sospensione, è stato riattivato il pagamento della sosta nei parcheggi alle Viote sul Monte Bondone.

Non si vuole mettere in discussione la reale necessità di dover recuperare entrate comunali derivanti dai parcheggi blu, ma certamente, visto il periodo di crisi e la necessità di molti trentini di recarsi sulla montagna di Trento per trovare un po’ di svago con la famiglia e con i bambini, si poteva attendere ancora qualche mese.

Ricordiamo che usciamo da un periodo di forte stress emotivo, di chiusure forzate in casa, anche con bambini piccoli.

Lo sport o comunque l’avvicinamento alla natura della montagna non è certamente un lusso, ma piuttosto un’esigenza in questo periodo.

Consideriamo anche che con bimbi piccoli al seguito, il parcheggio delle Rocce Rosse (gratuito) risulta essere troppo lontano dalle Viote (area dove poter slittare).

Quanto sopra premesso, la sottoscritta consigliera

chiede al Sindaco e all’assessore competente di sapere:

le ragioni per le quali è stato reintrodotto in questo momento, in cui la crisi sanitaria ed economica è ancora in atto, il pagamento delle aree di sosta alle Viote.

 

Consigliera Silvia Zanetti