INTERVISTA AL SEGRETARIO UIL TRASPORTI DEL TRENTINO

NICOLA PETROLLI

Focus su: Trasporto urbano Trento - Rovereto/Riva del Garda

 Ferrovia Trento/valli Avisio - Contratto Pat

Questa volta Sait e Banco Alimentare del Trentino Alto Adige hanno “giocato d’anticipo”.

In buona sostanza il consorzio delle cooperative di consumo ha consegnato al Banco Alimentare i primi tre autotreni di prodotti dell’iniziativa “Colletta Alimentare” che, da quasi un quarto di secolo, rappresenta una opportunità per consentire ai consumatori (soci e clienti) di dimostrare la propria generosità e sensibilità nei confronti di persone che vivono situazione di particolare bisogno. “Quanto consegnato stamani al Banco Alimentare di Trento sono 40 tonnellate di prodotti Coop – spiegano i promotori dell’iniziativa – Grazie a questa iniziativa sarà possibile distribuire nel mese di dicembre, prima di Natale prodotti alimentari che, altrimenti, non sarebbe stato possibile far avere. A differenza del passato, l’emergenza sanitaria ha modificato le modalità dell’iniziativa Colletta Alimentare”.

Infatti “vista l’impossibilità di raccogliere alimentari nei supermercati per motivi di sicurezza sanitaria legata all’emergenza Coronavirus – viene spiegato – i prodotti che, il consumatore, vuole donare vengono pagati direttamente alla cassa del punto vendita e, successivamente, consegnati al Banco Alimentare direttamente dal magazzino Sait. Quello messo in campo è un esempio di come sia possibile superare gli ostacoli dovuti alla pandemia e raggiungere risultati anche migliori”.

Con questa modalità tutte le cooperative di consumo potranno raccogliere le donazioni “anche quelle che, in passato – viene precisato – non potevano contare sulla collaborazione dei volontari per la raccolta dei prodotti”.

In “una situazione straordinaria come l’attuale vogliamo, innanzitutto, salvaguardare l’essenziale – spiegano al Banco Alimentare – Per questo Colletta Alimentare 2020 cambia la forma, non la sostanza”.

Hanno garantito il proprio sostegno a “Colletta Alimentare 2020” trecentocinquanta negozi della cooperazione di consumo: dalle Famiglie Cooperative che operano capillarmente sul territorio trentino, ai supermercati Coop Trentino al Superstore di Trento.

“I risultati dei primi giorni (il via è stato dato il 21 novembre scorso ndr) sono incoraggianti e la possibilità di raccogliere le donazioni fino al prossimo 8 dicembre in tutti i supermercati Coop e Famiglia Cooperativa del Trentino ci fa sperare in un grande gesto di generosità – aggiunge Renato Dalpalù, presidente di Sait – Non dimentichiamo che stiamo vivendo le conseguenze della scarsa attenzione al mondo che ci ospita; per ricordarlo, i prodotti destinati al Banco Alimentare sono e saranno scelti fra i prodotti ViviVerde Coop, la linea di alimenti biologici prodotti con particolare attenzione all’ambiente e alla persona. Ovviamente l’invito rivolto a tutti i nostri soci e clienti è di aggiungere alla propria spesa la donazione alla Colletta Alimentare”.

Il presidente del Banco Alimentare del Trentino Alto Adige, Duilio Porro, “dopo aver ringraziato Sait di questo anticipo di Colletta, frutto della pluriennale collaborazione in essere, come sinergia e sintonia nel sostegno a persone bisognose” ha osservato “che quanto accaduto oggi rappresenta un’azione concreta di solidarietà, in un momento in cui il timore, lo smarrimento ed il rischio di rinchiudersi in se stessi, potrebbe invece prevalere”.