VIDEONEWS & sponsored

(in )

PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO * APERTURE DOMENICALI: KOMPATSCHER SCRIVE A DI MAIO, ” GARANTIRE IL DIRITTO AL RIPOSO DOMENICALE E FESTIVO “

Le dichiarazioni del Ministro Di Maio sulle aperture dei negozi alla domenica e nei giorni festivi riaprono il tema delle competenze. Lettera di Kompatscher.

Regolare gli orari di apertura dei negozi, garantire il diritto al riposo domenicale e festivo, incentivare una maggiore volontà di spesa delle famiglie nel tempo libero.

Questo l’obiettivo che si pone la Provincia di Bolzano in tema di orari di apertura degli esercizi commerciali, argomento tornato d’attualità di recente dopo le dichiarazioni del Ministro del lavoro e dello sviluppo economico, Luigi Di Maio.

Proprio il neo-ministro è il destinatario di una lettera inviata dal presidente Arno Kompatscher, a nome della Giunta provinciale, in cui il Landeshauptmann non si limita ad esprimere la propria soddisfazione per “le dichiarazioni riguardanti la necessità di rivedere la normativa”.

Nella lettera, Kompatscher ricorda che “fino all’approvazione del decreto Monti, la Provincia ha esercitato le competenze legislative in materia, sempre con l’obiettivo di abbinare a una giusta libertà d’impresa, la fondamentale tutela socio-culturale del territorio e della sua popolazione.

Un’attenzione – prosegue il presidente altoatesino – che nasce dal desiderio di salvaguardare la qualità di vita dei lavoratori, e dalla necessità di tutelare le piccole realtà commerciali che non dispongono delle risorse necessarie ad affrontare un’apertura continuata 7 giorni su 7”.

Proprio per evitare che un’eccessiva liberalizzazione penalizzi quelle realtà economiche che garantiscono l’equilibrio in un territorio particolare come quello alpino, era stata presentata nel 2015 una norma di attuazione già approvata dalla Commissione paritetica, ma “bloccata” dal Ministero, che consentiva alle Province di Bolzano e di Trento di disciplinare gli orari di apertura e di chiusura degli esercizi di commercio al dettaglio.

“Le dichiarazioni di Di Maio – commenta Kompatscher – aprono la prospettiva che l’iniziale preclusione possa trasformarsi in un’azione coordinata nella stessa direzione.

La Provincia di Bolzano potrebbe infatti diventare precursore di un modo nuovo di perseguire uno sviluppo economico sostenibile e rispettoso di tutti gli attori e gli interessi coinvolti.

Si potrebbe così dimostrare che, alla prova dei fatti, una regolamentazione ponderata degli orari di apertura degli esercizi non recherebbe danno all’economia e, semmai al contrario, garantirebbe il diritto dei lavoratori al riposo domenicale e nei giorni festivi, incentivando così una maggiore volontà di spesa delle famiglie per il tempo libero”.