Dl Rilancio. Sutto (Lega): “approvato ordine del giorno a tutela dell’autonomia del Trentino”.

“L’ordine del giorno verte su temi importanti della sanità riguardanti l’aspetto dell’autonomia nelle province autonome di Trento e Bolzano. Un passaggio doveroso che punta a impegnare il governo nel rispettare l’autonomia del nostro territorio”, ha affermato l’Onorevole Mauro Sutto – primo firmatario dell’ordine del giorno assieme ai colleghi Binelli, Cattoi, Loss e ai colleghi della Lega in Commissione Affari Sociali – che poi ha aggiunto: “Gli articoli 1 e 2 del decreto rilancio all’esame dell’Aula, in ragione dell’emergenza COVID-19, prevedono misure finalizzate al potenziamento della rete ospedaliera e della rete sanitaria e sociosanitaria territoriale, alle quali le Regioni e le Province autonome sono chiamate a dare attuazione attraverso appositi piani, accedendo alle risorse stanziate dalle norme medesime. Nel disciplinare i suddetti processi di potenziamento e di riorganizzazione, le disposizioni sopra menzionate non richiamano espressamente l’autonomia di cui le Province autonome di Trento e di Bolzano sono titolari ai sensi dello Statuto speciale e delle relative norme di attuazione”.

L’Onorevole Sutto poi conclude: “Ad avviso dei firmatari del presente atto di indirizzo, sarebbe opportuno un rinvio esplicito alle disposizioni in parola e segnatamente all’articolo 79, comma 4, dello Statuto speciale, ai sensi del quale «nei confronti della Regione e delle Province e degli Enti appartenenti al sistema territoriale regionale integrato, non sono applicabili disposizioni statali che prevedano obblighi, oneri, accantonamenti, riserve all’erario o concorsi comunque denominati, ivi inclusi quelli afferenti il patto di stabilità interno, diversi da quelli previsti dal presente titolo»”.