L’arte dell’astrofotografia spiegata da Luca Fornaciari. L’autore ci propone un viaggio fotografico nella nostra galassia (e oltre) tra nebulose e altri incredibili paesaggi, alla scoperta delle meraviglie del Cosmo.

La fotografia ha da sempre svelato le meraviglie del mondo che ci circonda senza ricorrere a difficili descrizioni scientifiche. Esiste però una forma molto speciale di fotografia che vive da sempre un legame simbiotico con la scienza, diventando addirittura un utile strumento per studiare l’Universo.

Durante la conferenza divulgativa “Polvere di stelle: l’arte dell’astrofotografia” Luca Fornaciari, astrofotografo seguitissimo anche sul suo canale youtube, guiderà adulti e ragazzi in un viaggio alla scoperta delle meraviglie del nostro Universo, raccontando scatti di stelle, nebulose e galassie realizzati dal suo osservatorio Carl Sagan di Maranello, in provincia di Modena. Una passione, quella per la fotografia astronomica, che lo ha portato non solo nelle scuole dove racconta quanto sia grande quello che ci circonda, e quanto piccolo e fragile sia il pianeta su cui viviamo, ma anche alla Camera dei Deputati dove lo scorso 5 luglio è stato premiato per le sue attività di divulgazione e chiamato ad esporre i suoi scatti interstellari.

«Quello che mi appassiona dell’astrofotografia – afferma Fornaciari – è la sua divulgazione. Mi interessa far conoscere la fotografia astronomica a chi non ne ha mai sentito parlare, alle persone che non hanno mai guardato in un telescopio. La fotografia astronomica e l’astronomia amatoriale ci offrono l’occasione di poter vivere una vita migliore e ho deciso da alcuni anni di dedicarmi con perseveranza e sacrificio a questa idea».