VIDEONEWS & sponsored

(in )

MIT – MINISTERO INFRASTRUTTURE * ALAN KURDI: « NOMINATA LA CROCE ROSSA ITALIANA A PROVVEDERE ALL’ASSISTENZA SANITARIA DELLE PERSONE A BORDO »

Nel provvedimento del capo della protezione civile, Angelo Borrelli, su richiesta della ministra Paola De Micheli, l’individuazione da parte del MiT di una nave adatta all’effettuazione della quarantena.

Su richiesta della Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, il Capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, ha firmato un provvedimento con il quale la Croce Rossa italiana viene nominata soggetto attuatore per provvedere all’assistenza alloggiativa e alla sorveglianza sanitaria delle persone soccorse in mare dalla nave Alan Kurdi che attualmente si trova in acque Sar italiane, in prossimità del Porto di Palermo. Il sindaco della città di Palermo, Leoluca Orlando, è stato tenuto costantemente informato dalla ministra De Micheli.

Al fine di assicurare il rispetto delle misure di sorveglianza sanitaria di quarantena adottate per contrastare la diffusione epidemiologica da COVID-19, e nella non possibilità di indicare il “Place of Safety” (luogo sicuro), le persone a bordo della Alan Kurdi potranno osservare il periodo di quarantena su una nave individuata dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, nell’ambito della Convenzione del 18 luglio 2012 tra lo stesso Ministero e la Compagnia italiana di navigazione SpA, per finalità di interesse pubblico nel contesto emergenziale accertato dal provvedimento adottato dal Capo della Protezione civile e dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti.

Il trasferimento delle persone avverrà domani in mattinata, dopo che la Croce Rossa avrà completato tutte le operazioni propedeutiche all’assistenza.

Si informa, infine, che nella serata di ieri, tre migranti presenti a bordo della Alan kurdi sono stati trasportati per motivi sanitari nel porto di Palermo con un motovedetta della Guardia Costiera.

Lo scorso 10 aprile la Guardia Costiera aveva effettuato un altro trasporto sanitario in favore di un migrante.