I RUOLI DELLA "PROCURA“ E "SEZIONE CONTROLLO"

 

Intervista a Marcovalerio Pozzato - Procuratore Corte dei Conti Trento

GPI: RICAVI IN CRESCITA DEL 18% NEL PRIMO SEMESTRE 2019, IL GRUPPO CONFERMA LA LEADERSHIP NAZIONALE NELL’AREA “CARE”

· Significativo incremento dei Ricavi interamente attribuibile alla crescita organica: 110,5 mln Euro, +18% rispetto a 93,3 mln Euro nel primo semestre 2018
· L’area “Care” guida la performance dei Ricavi: 57,0 mln Euro, +34% rispetto a 42,7 mln Euro nel primo semestre 2018; con l’avvio dell’appalto nella Regione Lazio il Gruppo GPI si conferma leader a livello nazionale
· EBITDA: 9,6 mln Euro* (1H 2018: 9,6 mln Euro)
· Patrimonio Netto: 63,8 mln Euro (FY 2018: 68,6 mln Euro)
· Posizione Finanziaria Netta: 80,8 mln Euro* (FY 2018: 61,5 mln Euro)

* dati non comparabili con il primo semestre 2018 per effetto dell’applicazione del principio IFRS 16

OUTLOOK 2019:
RICAVI >230 MLN EURO
EBITDA MARGIN IN AREA 14%

Il Consiglio di Amministrazione di GPI (GPI:IM) ha approvato in data odierna la relazione finanziaria semestrale consolidata al 30 giugno 2019, redatta secondo i principi contabili IAS/IFRS.

Fausto Manzana, Presidente e Amministratore Delegato del Gruppo GPI: “Siamo soddisfatti dei risultati del primo semestre, che registra un incremento dei ricavi del 18% che sovraperforma le attese per l’intero esercizio ed è attribuibile interamente alla crescita organica. Con l’avvio dell’appalto nella regione Lazio il nostro Gruppo si conferma leader a livello nazionale. Il 2019 è un esercizio di consolidamento e nel primo semestre abbiamo lavorato molto sugli aspetti connessi all’integrazione delle Società acquisite nell’ultimo triennio. Efficientare l’impresa è un volano potente per la crescita e in quest’ottica si inserisce la recente nomina di Matteo Santoro come Direttore Generale del Gruppo. La crescita dell’area Care e la stagionalità tipica dell’area Software, che esprime le sue maggiori performance nel secondo semestre, ci permettono di guardare con fiducia alla chiusura di questo esercizio. Permane inoltre la volontà di supportare la crescita del Gruppo per linee esterne con focus su target internazionali in grado di apportare un importante contributo di innovazione nell’area Software.”

Matteo Santoro, Direttore generale del Gruppo GPI: “L’integrazione dei servizi e delle tecnologie è la strada che il mercato sta iniziando a percorrere con sempre maggiore convinzione, guidato dalle necessità che il Sistema Sanitario Italiano, uno degli ultimi sistemi universalistici al mondo, rimanga in equilibrio a fronte dei forti cambiamenti riconducibili essenzialmente al veloce invecchiamento della popolazione e alla carenza di medici prevista per i prossimi anni. La sfida per la sostenibilità richiede l’adozione di obiettivi strategici dove un ruolo nodale è rappresentato dalla gestione delle cronicità a livello paese. GPI è pronta a vincere la sfida al fianco dei provider di servizi per la sanità ed il sociale sia in ambito pubblico che privato, promuovendo e sviluppando questa integrazione.”

PRINCIPALI RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 GIUGNO 2019

Ricavi
I Ricavi ammontano a 110,5 mln Euro: l’incremento del 18% rispetto a 93,3 mln Euro nel primo semestre 2018 è particolarmente significativo in quanto attribuibile interamente alla crescita organica.

Ricavi per area di business
La performance del primo semestre 2019 è principalmente attribuibile all’area Care[1], che registra ricavi pari a 57,0 mln Euro, +34% rispetto a 42,7 mln Euro nel primo semestre 2018. Tale sviluppo è riconducibile, in gran parte, all’avvio a fine 2018 dell’appalto per la gestione del Call Center di Regione Lazio e degli sportelli. Il posizionamento del Gruppo in questo specifico segmento di mercato è di leadership: con l’aggiudicazione di questo appalto il bacino di utenza potenziale è salito a 28 milioni di cittadini italiani.
L’Area Software[2], il driver tecnologico dell’intero Gruppo, registra ricavi pari a 41,2 mln Euro, +3% rispetto a 40,0 mln Euro nel primo semestre 2018.
Le aree Software e Care rappresentano complessivamente l’89% dei Ricavi del primo semestre 2019.

Ricavi da canoni ricorrenti
L’analisi dei ricavi per tipologia evidenzia che una quota significativa è generata da canoni ricorrenti, nel primo semestre del 2019 pari a 78,4 mln Euro (71% del totale). Nel primo semestre 2018 i canoni ricorrenti ammontavano a 69,7 mln Euro (75% del totale).

Ricavi per area geografica
Dal punto di vista della segmentazione geografica, l’incremento registrato rileva principalmente sui ricavi Italia. L’incidenza dei ricavi estero è pari al 7%, concentrati prevalentemente nell’area DACH (Austria, Germania e Svizzera), Spagna, Stati Uniti e Polonia.

 

Margine Operativo Lordo (EBITDA)
La marginalità operativa lorda si attesta a 9,62 mln Euro (9,55 mln Euro nel primo semestre 2018). I livelli di redditività del primo semestre, come storicamente dimostrato e verificabile, non sono particolarmente significativi, poiché scontano un effetto di stagionalità storico che comprime ricavi e utile operativo del primo semestre delle principali ASA rispetto alla performance annua. Si evidenzia che l’incremento dei volumi del Care al di sopra delle aspettative posiziona l’EBITDA verso una dimensione che risente in termini assoluti (€) di una migliore contribuzione, sebbene l’ASA in questione strutturalmente sia caratterizzata da una redditività percentuale più contenuta delle altre aree. L’incremento del costo del personale è legato principalmente all’area Care alla luce dell’aggiudicazione della gara del Lazio; inoltre, la dinamicità dell’ultimo triennio in termini di ampliamento del perimetro di consolidamento sta richiedendo, a livello commerciale, produttivo e amministrativo, adeguati tempi di integrazione e ottimizzazione, con attività che tengono fortemente impegnata una parte significativa della struttura GPI. Importante segnalare che questo risultato è interamente da attribuire a crescita organica non avendo la società effettuato acquisizioni significative negli ultimi 12 mesi.

In termini percentuali, combinando l’effetto di normalizzazione sui ricavi calcolati al netto delle quote di competenza dei partner in Raggruppamento Temporaneo di Impresa di alcune commesse, il primo semestre 2019 esprime un EBITDA % adjusted pari al 9,7% (10,8% nel primo semestre 2018). L’adjusted indicato costituisce solo base di raffronto % per l’EBITDA, e non incide sui valori assoluti di redditività.

A fronte della applicazione del nuovo IFRS 16 l’effetto netto differenziale ha prodotto un esito positivo sull’EBITDA pari a 1,2 mln Euro.

Il risultato è in linea con le attese e coerente con le stime per l’esercizio 2019 già comunicate al mercato, che comprendevano gli effetti dell’applicazione del principio IFRS 16.

Margine Operativo Netto (EBIT)
La marginalità operativa netta si attesta a 1,8 mln Euro (3,2 mln Euro nel primo semestre 2018), influenzata principalmente da maggiori costi di ammortamento rispetto all’esercizio precedente (al netto dell’impatto IFRS 16) e dal peso dei costi di startup dell’avvio della gara Lazio.

Risultato ante imposte (EBT)
Il risultato ante imposte al 30 giugno 2019 è pari a 0,1 mln Euro, in diminuzione rispetto a 2,5 mln Euro nel primo semestre 2018, correlato a minori proventi finanziari che nel 2018 erano riconducibili prevalentemente al capital gain su pagamenti con azioni proprie dei debiti per acquisto partecipazioni.

Risultato Netto
Il risultato netto è pari a 1,3 mln Euro, in diminuzione rispetto a 1,9 mln Euro del primo semestre 2018.

Capitale Circolante Netto
Il Capitale Circolante Netto presenta un incremento pari a 9 mln Euro – riconducibile alla crescita dei ricavi e all’avvio definitivo a pieno regime della gara per call center e sportelli Regione Lazio; a quest’ultima si attribuisce gran parte dell’aumento dei debiti commerciali di 1,6 mln Euro. In aumento anche il valore del magazzino prodotti che si attesta a 5,2 mln Euro (3,9 mln Euro al 31 dicembre 2018) in considerazione delle importanti e significative commesse ottenute nella Penisola arabica che risultano ancora in produzione ma non ancora consegnate, di queste ultime si vedranno i benefici nel secondo semestre 2019.

Patrimonio Netto
Il Patrimonio Netto ammonta a 63,8 mln Euro (68,6 mln Euro al 31 dicembre 2018) e riflette la distribuzione dei dividendi relativi all’esercizio 2018 liquidati nel primo semestre 2019. Nel primo semestre 2018 il Patrimonio Netto ammontava a 61,2 mln Euro.

Posizione Finanziaria Netta
La Posizione Finanziaria Netta riflette i flussi finanziari del primo semestre, e si attesta a 80,8 mln Euro, in aumento rispetto a 69,2 mln Euro dell’esercizio 2018, comprensivo dell’impatto dell’entrata in vigore dell’IFRS 16 pari a 7,7 mln Euro.
L’andamento è correlato e conseguente alle dinamiche storiche di pagamento della Pubblica Amministrazione che risulta in costante ritardo soprattutto durante le fasi di avvio delle gare e di concretizzazione del pagamento al collaudo.

Dipendenti
Il numero dei dipendenti del Gruppo GPI al 30 giugno 2019 è pari a 4.868, rispetto a 4.377 al 31 dicembre 2018 (4.039 al 30/06/2018). L’incremento dell’organico è riconducibile prevalentemente all’ingresso di nuovi collaboratori a seguito dell’avviamento dell’appalto di Regione Lazio (competenza ASA Care).

FATTI DI RILIEVO DEL SEMESTRE
· In Febbraio la Capogruppo GPI ha acquisito l’80% delle quote di Accura S.r.l., società operante nel settore della fornitura di servizi e prestazioni sanitarie a persone assistite, a livello ospedaliero e territoriale, nonché della fornitura di servizi di teleassistenza e di servizi di call center.
· In Marzo la Capogruppo GPI ha acquisito il controllo di Business Process Engineering S.r.l., società operante nel settore della consulenza direzionale, organizzativa, tecnico e scientifica, legata a temi di gestione d’impresa, informativa e telecomunicazioni.
· In Giugno è stata costituita assieme a P.A. A.B.S. S.r.l., la nuova società Healthech S.r.l., società che opererà nel settore di realizzazione, ideazione e progettazione di servizi informatici. Si osserva che GPI S.p.A. detiene il 60%.
· Sono stati fatti importanti passi in avanti nel processo di internazionalizzazione dell’ASA Automation: sottoscritto un accordo con Ebn Sina Medical per la distribuzione in esclusiva nel mercato qatariota dei prodotti di automazione magazzino della controllata RIEDL. Contestualmente è stato sottoscritto un contratto per la fornitura di un nuovo sistema di automazione del magazzino di stoccaggio farmaci da cui Ebn Sina Medical fa partire i rifornimenti destinati alle farmacie della regione. Concluse positivamente trattative in Svizzera, Germania, Austria, Ungheria e Arabia Saudita.
· Diverse gare con esito positivo nel primo semestre 2019. Tali aggiudicazioni si traducono in un potenziale di ricavi pari a 60 mln Euro nel breve e medio periodo.

FATTI DI RILIEVO SUCCESSIVI ALLA CHIUSURA DEL SEMESTRE
Tra i fatti di rilievo avvenuti successivamente alla chiusura del bilancio consolidato semestrale abbreviato si segnala che:
· in Luglio CERVED ha confermato il rating pubblico di Gpi S.p.A. a A3.1: il giudizio espresso riflette la positiva evoluzione del modello di business e del posizionamento competitivo dell’impresa;
· in Luglio Gpi S.p.A. ha presentato la nuova iniziativa di welfare aziendale attivata in collaborazione con SANIFONDS, il Fondo sanitario integrativo della provincia di Trento: tutti i dipendenti del Gruppo GPI in Italia, inclusi i collaboratori operativi sugli appalti (CUP- Call Center), beneficeranno di un sostegno economico per le spese connesse a grandi rischi/gravi patologie;
· in Luglio è stato avviato il servizio di contact center regionale del Lazio;
· nella riunione del 12 settembre 2019 il Consiglio di Amministrazione ha provveduto a nominare: Matteo Santoro Direttore generale della Società, attribuendo al medesimo specifici poteri operativi; Silvia Allegri Dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, con effetto dal 1° ottobre 2019, in sostituzione del dimissionario Stefano Corvo;
· in Settembre Argentea S.r.l. ottiene da AgID (Agenzia per l’Italia Digitale) la certificazione di Conservatore Accreditato e l’inclusione tra gli Intermediari e Partner Tecnologici PagoPA. Queste certificazioni aprono nuovi orizzonti: Argentea S.r.l. potrà fornire ai propri clienti, in via diretta, i servizi di conservazione dei documenti digitali e offrire alle PA, attraverso la connettività al nodo nazionale dei pagamenti, i servizi per razionalizzare le procedure di incasso delle entrate e la riconciliazione contabile dei pagamenti ricevuti.

EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLA GESTIONE
Si prospetta un esercizio 2019 in linea con le previsioni; permane la volontà di supportare la crescita del Gruppo per linee esterne. L’attenzione sarà rivolta alle realtà che apporteranno un significativo contributo di innovazione nell’ASA Software e che contribuiranno a rafforzare il posizionamento del Gruppo sui mercati internazionali.

Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, Stefano Corvo, dichiara, ai sensi del comma 2 dell’articolo 154-bis del Testo Unico della Finanza, che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri e alle scritture contabili.

La Relazione Finanziaria Semestrale Consolidata al 30 giugno 2019 sarà messa a disposizione del pubblico, nei termini di legge, presso la Sede sociale, sul sito internet www.gpi.it (sezione Investor Relations – Bilanci e Relazioni) e sul meccanismo di stoccaggio autorizzato 1Info (www.1info.it).

 

 

019 09 30 GPI - CS Approvata Relazione finanziaria 1H2019