News immediate,
non mediate!
Categoria news:
OPINIONEWS

PD-PATT-UPT-UAL CONSIGLIO PAT: CONDIVISA L’OBBLIGATORIETÀ DI ALCUNI VACCINI

Scritto da
13.06 - mercoledì 21 giugno 2017

(Fonte: maggioranza Consiglio provinciale Trento -Pd, Patt, Upt, Ual) – Il tema dei vaccini e del loro utilizzo deve essere affrontato con serietà poiché coinvolge profili di salute pubblica ed aspetti emotivi delle famiglie, le quali devono trovare un riferimento chiaro nelle istituzioni.

Anche in Trentino, come in tutto il resto d’Italia, l’attenzione mediatica sul decreto-legge concernente “Disposizioni urgenti in materia di prevenzione vaccinale” (7 giugno 2017, n. 72), ha portato a preoccupazioni in una parte di popolazione rispetto all’efficacia vaccinale.

 

A questo proposito la maggioranza provinciale:

*
Ritiene che le istituzioni provinciali, nel loro compito di tutela e salvaguardia della salute dei cittadini trentini, hanno il dovere di basare le proprie valutazioni su evidenze scientifiche prodotte, validate e monitorate da autorità e istituzioni a questo deputate.

 

*
Riconosce che Organizzazione Mondiale della Sanità Ministero della Salute, Istituto Superiore di Sanità, Agenzia Italiana del Farmaco, comunità scientifica, sono unanimi nel sostenere che per ragioni di comprovata sicurezza ed efficacia, i vaccini sono annoverati tra le misure cui attribuire priorità nella pianificazione degli interventi di copertura sanitaria della popolazione.

 

*
Ritiene che non sia compito, né competenza della politica provinciale mettere in dubbio le indicazioni scientifiche riconosciute sull’efficacia dello strumento vaccinale, e per questo ribadisce l’importanza dei vaccini per la salute pubblica.

 

*
Prende atto che anche in Trentino negli ultimi anni non si sia raggiunta la soglia raccomandata di copertura vaccinale in particolare per il morbillo, (si ricorda che anche una delibera provinciale prevedeva la reintroduzione dell’obbligo nel caso la copertura vaccinale fosse scesa sotto soglia).

 

*
Riconosce la competenza dello Stato in materia e che la normativa statale si applica su tutto il territorio nazionale, compreso quello della provincia di Trento.

 

*
Condivide l’obiettivo del decreto legge di garantire il raggiungimento e mantenimento della soglia raccomandata di copertura vaccinale su base nazionale nel rispetto delle strategie e degli obiettivi comuni concordati a livello europeo e internazionale.

Da ritenere condivisibile anche l’obiettivo di evitare disparità di trattamento tra i residenti in Regioni diverse (così come richiesto alla Ministro Lorenzin dalla Commissione Salute delle Regioni in un incontro tenutosi lo scorso 25 gennaio).

 

*
Condivide la decisione, per perseguire tale scopo, di applicare un modello che ricorre all’obbligatorietà di alcune vaccinazioni.

 

*

Considera inoltre importante che a tutti i bambini sia garantito il diritto alle vaccinazioni raccomandate, anche a prescindere dall’iscrizione al nido o alla scuola d’infanzia.

 

*
Si constata che le sanzioni sono intrinsecamente connesse al concetto di obbligo e non possono quindi essere scisse dall’intero impianto di prevenzione vaccinale, o l’obbligo diverrebbe mera raccomandazione. Le sanzioni vanno comunque stabilite in base al principio di proporzionalità e adeguatezza rispetto al tema.

 

*
Rileva che – pur condividendo obbligatorietà e adozione di sanzioni per chi non adempie – le misure sanzionatorie individuate nel decreto-legge hanno sollevato diffuse perplessità e pertanto invita il Parlamento, in sede di conversione, a valutare se tutte le misure sanzionatorie contenute nel decreto-legge siano le più appropriate ed efficaci al raggiungimento di valori di copertura vaccinale soddisfacenti.

 

*
Ritiene strategico e fondamentale, per raggiungere la copertura vaccinale necessaria a tutelare la salute pubblica estendere la necessità delle vaccinazioni raccomandate al personale educativo, scolastico e sanitario che entra in contatto con i bambini.

Inoltre, affiancare all’obbligo un’adeguata attività di comunicazione che, coinvolgendo Azienda sanitaria, scuola e famiglie, consenta ai cittadini di poter accedere ad una corretta informazione e comprendere gli effettivi risultati delle vaccinazioni.

 

 

– Per questo si promuoveranno e sosterranno le attività informative che Provincia, Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari e scuole, metteranno in campo a favore della cittadinanza.

 

 

**

A nome della maggioranza consiliare, i Capigruppo

 

Giuseppe Detomas – Ual

 

Alessio Manica – PdT

 

Lorenzo Ossanna – Patt

 

Gianpiero Passamani – UpT

 

 

 

 

In allegato il comunicato stampa:

[pdf-embedder url=”https://www.agenziagiornalisticaopinione.it/wp-content/uploads/2017/06/vaccini_documento_maggioranza_170621.pdf”]

 

 

 

 

Foto: archivio Pat

Categoria news:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.