VIDEONEWS & sponsored

(in )

DE BERTOLDI (FDI) * DL SOSTEGNI: « NON È ALTRO CHE UN “ RISTORI QUINQUES “ DI CONTE, UNA PRESA IN GIRO PER ITALIANI »

Dl Sostegni. de Bertoldi (FdI): non è altro che Ristori quinques di Conte. Presa in giro per italiani.

“Abbiamo atteso tre mesi per un decreto Sostegni, che è in realtà un Ristori quinquies di ‘contiana memoria’. Una vera presa in giro degli italiani. Indennizzi simbolici, che variano dall’1,5 al 5 per cento della perdita di fatturato 2020, una cancellazione delle vecchie cartelle esattoriali fino a cinquemila euro, funzionale soltanto al magazzino fiscale dell’Agenzia delle Entrate ed, infine, una ridicola sospensione dei ruoli fino al 30 aprile, il che comporterà per i contribuenti un obbligo di versamento cumulativo di tutto l’arretrato entro il mese di maggio. Avevano promesso indennizzi europei, adeguati agli inaccettabili continui lockdown ai quali sottopongono gli imprenditori, ed avevano pure fatto sperare in una svolta nella logica di incasso dei ruoli esattoriali.

Come richiesto da Fratelli d’Italia si doveva garantire, dopo il periodo di sospensione, che non fossero dovute tutte le rate sospese ma semplicemente che si ricominciasse con il loro periodico pagamento. Si è preferito destinare ulteriori risorse al reddito di cittadinanza o confermare lo spreco dei cinque miliardi del cashback, invece di riconoscere alle Partite Iva i giusti indennizzi per le forzate chiusure imposte. Così facendo il governo Draghi rischia di decretare la morte di centinaia di migliaia di imprese, e di creare un ulteriore massa di persone disperate e senza lavoro. Servono subito risorse alle imprese ed immediate riaperture di tutte le attività in sicurezza, se non si vuole la desertificazione imprenditoriale del Paese”.

Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia, Andrea de Bertoldi, segretario della Commissione Finanze e Tesoro.