Estate a tutto vapore, in Consiglio provinciale. Dalla Conferenza dei capigruppo, riunita stamane da Walter Kaswalder, è uscita una fitta programmazione di lavori per le prossime settimane, “anche per recuperare terreno – ha detto il presidente – dopo il picco di emergenza sanitaria”.

 

Ddl sulla ricerca il 21 luglio.
Il testo dell’assessore Spinelli su Hit e ricerca scientifica approda all’aula in una seduta aggiunta al calendario. Sara Ferrari (Pd) ha preannunciato la richiesta di discussione con tempi non contingentati. Filippo Degasperi ha detto che non è rispettoso delle minoranze portare nuova carne al fuoco in piena fase di lavoro per la discussione dell’assestamento di bilancio Pat.

 

L’assestamento di bilancio Pat e il Defp a fine mese.
La manovra di metà anno sui conti della Provincia sarà discussa in Consiglio già a partire dalla mattina di venerdì 24 luglio, quando ci sarà la relazione del presidente Maurizio Fugatti. I lavori riprenderanno poi lunedì 27 e nelle giornate del 28-29-30 luglio (totale 34 ore). Gli emendamenti dovranno essere depositati entro le ore 12 di mercoledì 22 luglio.

 

In aula per tre giorni anche d’agosto.
Il presidente Kaswalder ha letto ai capigruppo la lettera con cui il presidente Fugatti, in data 1 luglio, chiede la convocazione straordinaria del Consiglio per il 4-5-6 agosto, per la trattazione del ddl 53/XVI in tema di Apt e turismo. Fugatti spiega che la riforma firmata Failoni deve essere “approvata e attuata immediatamente dopo la conclusione del periodo di emergenza sanitaria, per implementare, con regole nuove, il quadro di riferimento normativo dell’economia turistica, che rappresenta una componente essenziale per la produzione della ricchezza del territorio provinciale”. Le minoranze stamane hanno protestato per questa tempistica forzata, Alessandro Olivi ha fatto presente che il ddl Failoni non è ancora uscito dalla Commissione legislativa. Ugo Rossi ha invece ottenuto che assieme a questo testo venga discusso anche il ddl Dallapiccola n. 16, che verte sempre sulla promozione del turismo. Per dare spazio anche alle proposte legislativa delle opposizioni, Kaswalder ha confermato le date del 4-5-6 agosto, ha ricevuto la richiesta di non contingentamento dei tempi di discussione sul tema turismo (avanzata da Ferrari) e ha infine inserito nel programma delle tre giornate anche il ddl 13/XVI di Olivi sugli impianti a fune.

 

La tornata d’aula sotto elezioni.
I capigruppo si riuniranno anche il 27 luglio prossimo, Kaswalder ha accolto l’obiezione – formulata da Giorgio Leonardi – che sarà bene anticipare o meglio posticipare la sessione d’aula del 15-16-17 settembre, qualora fosse confermata la data del 20 settembre per le elezioni amministrative in Trentino.
Per quelle sedute, la lettera di Fugatti chiede la calendarizzazione del ddl Tonina sulle concessioni idroelettriche. Potrebbero essere inclusi anche il ddl Manica sullo stesso tema e il ddl di marca Pd sul sostegno al settore dello spettacolo.

 

L’autunno “caldo”.
La lettera di Fugatti preannuncia che “è intenzione della Giunta di depositare in tempi utili per la trattazione a ottobre e novembre e comunque entro fine anno,due disegni di legge,m uno concernente la disciplina delle attività nel settore minerario e l’altro contenente varie disposizioni ascrivibili alla materia ambientale”. Le minoranze chiedono parità di accesso alla discussione d’aula rispetto alla Giunta: si affollano i ddl Degasperi-Ferrari sulla scuola, il ddl Rossi sui congedi parentali, il ddl Rossi sulla legge elettorale, mentre dalla maggioranza “bussano” i ddl Leonardi sulle associazioni d’arma e il ddl Masè sull’ascolto dei minori.