Emergenza Covid - Trentino

Videointervista al Presidente dell'Ordine medici - dottor Marco Ioppi

Nell’ambito delle numerose perquisizioni effettuate, a lato degli arresti e delle misure cautelari poste in essere dai Carabinieri per l’operazione “Perfido” i Militari del Reparto Operativo di Trento hanno arrestato un 31enne di Civezzano, per il reato di produzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

 

Infatti, durante la perquisizione in casa dell’indagato, i Carabinieri hanno repertato circa 130 grammi di sostanza stupefacente di vario tipo (gr.5,5 di hashish, 2,5 di MDMA, 120 gr. di marijuana e 2 francobolli verosimilmente intrisi di LSD) oltre a numerose infiorescenze.

Tra i rinvenimenti, anche una vera e propria serra domestica, dotata di sistemi per l’irrigazione e l’irraggiamento artificiale delle piante di canapa indiana.

Tutto è stato sequestrato, insieme a diverso materiale per il confezionamento delle dosi e lo stupefacente è stato inviato al laboratorio dell’Arma di Bolzano per stabilirne il livello di purezza.

L’arrestato è stato condannato ieri -per direttissima- patteggiando la pena di due anni di reclusione e pagamento di una multa di 6.000 euro, con l’applicazione della misura dell’obbligo di dimora condizionato.