PUNTO NASCITA ARCO: BEZZI, I POLITICI NON HANNO SAPUTO DIFENDERE IL TERRITORIO

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

(Fonte: Giacomo Bezzi) – I politici della busa non hanno saputo difendere il proprio territorio. La strategia politica messa in campo a difesa del punto nascita dell’ospedale di Cavalese ha dato i suoi frutti. L’unità dimostrata nell’affrontare un problema di interesse generale per la propria comunità, la rete creata dalle istituzioni per il bene dei cittadini, ha portato al risultato di avere per lo meno un’altra possibilità. La politica ha saputo prendersi carico dei propri doveri, sostenendo decisamente ed in modo unitario la mobilitazione della popolazione ed ha portato ad una trattativa che consente di sperare in una riapertura del servizio ospedaliero.

Altra storia invece per l’ospedale di Arco, dove i rappresentanti delle istituzioni della Busa non sono stati altrettanto tenaci nel difendere un servizio essenziale del proprio territorio: sterili e poco incisive le motivazioni espresse sia dai politici locali, sia provinciali che parlamentari. In parole semplici è mancata la volontà seria, una strategia unitaria da parte di tutti i politici nel raccogliere e portare avanti con convinzione le istanze dei cittadini volte a mantenere il punto nascita di Arco.

La chiave di lettura è chiara, sta nel risultato ottenuto: ad Arco zero possibilità di riapertura del punto nascita!

I giochetti in chiaroscuro portati avanti da chi è stato eletto a rappresentare i cittadini e ha il dovere prima di tutto morale e poi amministrativo politico di lavorare per il bene della comunità e per la difesa dei servizi territoriali, ha portato a questa triste conclusione. I rappresentanti locali della politica, se pur presenti nel governo provinciale e statale hanno comprovato di non avere la fermezza, ne tanto meno il coraggio di affrontare il “Sistema” chinando supinamente il capo sotto il diktat del potere.

Chi rappresenta il centrodestra in Provincia, è stato presente e attento in questa battaglia per difendere i servizi essenziali sul territorio con i mezzi che sono in loro potere, a fianco della gente senza strumentalizzazioni per interpretare quelle che sono le legittime istanze della popolazione.

 

 

 

In allegato il comunicato stampa:

170407 CS_I POLITICI DELLA BUSA NON HANNO DIFESO IL LORO TERRITORIO