ISTAT: PREZZI AL CONSUMO, BOLZANO GENOVA E TRENTO E LE CITTÀ PIU CARE

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

(Fonte: Ufficio stampa Istat, Istituto nazionale di statistica) – (estratto testo da comunicato originale, riportato a fondo pagina) – Nei capoluoghi delle regioni e delle province autonome per i quali sono calcolati gli indici, a luglio si rilevano aumenti su base annua quasi ovunque meno ampi di quelli registrati il mese precedente. Fanno eccezione Bolzano (+2,3% da +1,9% del mese precedente), che si conferma ancora una volta la città in cui i prezzi presentano gli incrementi più elevati, Trento, Genova (entrambe +1,8%, rispettivamente da +1,3% e +1,6%) e Cagliari (+1,0% da +0,8% di giugno).

Sebbene con un crescita dei prezzi in rallentamento rispetto a quella di giugno le variazioni tendenziali di Venezia (+1,7% da +1,9%), Firenze (+1,4% da +1,6%), Milano e Palermo (entrambe +1,3%) si attestano al di sopra del dato medio nazionale, rispetto al quale sono invece allineate Napoli e Catanzaro (+1,1% per le due regioni, rispettivamente da +1,3% e +1,2%).

Al di sotto si collocano Trieste, Bologna (+1,0% per entrambe), Aosta, Roma (entrambe +0,8%), Torino, Bari (+0,6% per tutte e due i capoluoghi), Perugia (+0,5%) e Ancona e Potenza che confermano i valori del mese precedente (rispettivamente +0,6% e +0,4%).

 

 

 

In allegato la tabella grafica contenuta nel comunicato stampa

 

 

 

In allegato il documento contenuto nel comunicato stampa

CS-prezzi-def-lug2017