GESTIONE ASSOCIATA COMUNI: SIMONI, PERCHE’ UN COMMISSARIO AD ACTA PER SOLI 2 MUNICIPI?

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

(Fonte: Marino Simoni) – Davvero insostenibile la situazione venutasi a creare nell’ambito dei Comuni di Canal San Bovo, Imer, Mezzano e Sagron Mis. Vista l’incapacità di trovare un accordo condiviso tra le quattro amministrazioni, non avendo adempiuto entro i termini previsti dalla delibera di diffida n. 1492/2016 alla sottoscrizione delle convenzioni obbligatorie di gestione associata, la Giunta provinciale con delibera n. 2074 del 18.11.2016 ha nominato Commissario ad acta il sig. Giuliano Sighel.

Trascorsi più di 90 giorni dalla nomina con un nulla di fatto il Sindaco di Sagron Mis ha sporto denuncia ai Carabinieri contro il Commissario ad acta per non aver questi esercitato i suoi doveri che avrebbero dovuto portare ad un accordo tra le parti.
In precedenza l’Assessore di merito in una risposta ad una question time di novembre 2016 sosteneva che non c’era altra soluzione che la nomina di un commissario per risolvere le difficoltà sorte tra le quattro amministrazioni.

Lo stesso Assessore ribadiva, pur condividendo le valutazioni fatte in merito alla distanza che separa Sagron Mis rispetto agli altri tre comuni tutti confinanti l’uno con l’altro, che era assolutamente impossibile prevedere una deroga specifica per Sagron Mis perché l’organizzazione di questo comune non permette una capacità autonoma di rispondere ai bisogni dei propri cittadini. Tutto ciò premesso il sottoscritto Consigliere provinciale

 

interroga il Presidente della Giunta provinciale e l’Assessore di merito per sapere:

 

-Se è a conoscenza della gravità della situazione e quali provvedimenti intenda adottare per risolvere definitivamente la questione;

-Perché il Commissario ad acta è stato nominato solo per i due Comuni di Canal San Bovo e Imer e non per l’intero ambito di riferimento? Il quale, peraltro, afferma che rappresentando solo due Comuni non può approvare un progetto per tutte e quattro le amministrazioni e demanda la soluzione ad un accordo tra i Sindaci;

-Se non ritenga davvero opportuno rivedere gli ambiti stabiliti derogando quando stabilito dalla L.P. n. 3/2006.

 

 

Ai sensi di regolamento si richiede risposta scritta.

Cons. Marino Simoni

Cons. Walter Viola

Cons. Gianfranco Zanon

 

 

 

 

In allegato l’interrogazione contenuta nel comunicato stampa:

 

27_02_2017 interrogazione a risposta s critta n. 4133 – MS -criticità nella gestione associata dei comuni di canal san bovo, imer, mezzano e sagron mis