CASSA RURALE TRENTO: COOPERAZIONE, PREMIATI 142 GIOVANI DIPLOMATI E LAUREATI

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

(Fonte: Ufficio stampa Cooperazione Trentina) – La Sala della Cooperazione ha ospitato la consegna dei premi di studio della Cassa Rurale di Trento. Evento riservato agli studenti, soci e figli di soci dell’istituto di credito cooperativo del capoluogo.

Quello dei premi di studio è un evento che, più di altri, guarda al futuro. Chi oggi è studente, impegnato in una tappa o nel tratto conclusivo del proprio percorso, rappresenta il domani di una comunità. Maggiore è la preparazione e migliore si annuncia il futuro del cittadino e professionista di domani, delle comunità dove vive e delle aziende dove andrà a operare.

Venerdì scorso nella cornice della Sala della Cooperazione a Trento sono stati premiati 142 studenti: 11 diplomi professionali, 41 diplomi di maturità, 90 lauree (triennali e specialistiche). L’evento è stato organizzato dall’Associazione Giovani Soci della Cassa Rurale di Trento. La serata è stata presentata da Laura Cattoni e Carlo Girardi, rispettivamente consigliere e vicepresidente del Gruppo Giovani Soci della banca della città.

Prima di consegnare i premi di studio, occasione vissuta con quel pizzico di emozione che ne valorizza l’importanza, il saluto di benvenuto è stato affidato al presidente della Cassa Rurale di Trento, Giorgio Fracalossi. “C’è sempre molta soddisfazione in serate come questa – ha osservato – I motivi sono molti e citarli tutti sarebbe impossibile. La gioia maggiore appartiene, però, alla consapevolezza di avere di fronte giovani bravi e preparati che hanno o stanno affrontando il proprio percorso consapevoli dell’impegno necessario per portarlo a termine ma consapevoli anche che lo studio di oggi è fondamentale per avere un domani ricco di opportunità”.

Alla serata dei premi di studio hanno partecipato una numerosa rappresentanza del Consiglio di Amministrazione della Cassa, il direttore generale, Giorgio Bagozzi, e Andrea Robol, assessore alla cultura del Comune di Trento.

Il riconoscimento assegnato e consegnato ai 142 giovani non è stato in denaro. E’ stata confermata una formula che ha raccolto gradimento fin dalla sua attivazione: un viaggio premio di quattro giorni, quest’anno a Vienna in calendario dal 6 al 9 aprile. Qualora impossibilitato a prendere parte al viaggio, allo studente sarà consegnato un buono del valore cinquecento euro da utilizzare presso la scuola di lingue Clm Bell. Non solo premi. Anche il buonumore ha contribuito a rendere gradevole la serata grazie allo spettacolo e alla verve di Mario Cagol.

 

 

 

In allegato il comunicato stampa:

Cr Trento – premi di studio 2017

 

 

Foto: da comunicato stampa