Dopo le prime segnalazioni avviata l’inchiesta epidemiologica e i controlli alla rete idrica.

Nei giorni scorsi sono pervenute all’Unità operativa di igiene e sanità pubblica dell’Apss segnalazioni relative a casi di gastroenterite accompagnate da vomito e diarrea che potevano far supporre una contaminazione dell’acquedotto di Vigo di Fassa, nel comune di San Giovanni di Fassa – Sèn Jan.

Apss ha immediatamente avviato controlli analitici in più punti della rete idrica ripetendoli su più giorni. Tali controlli hanno rilevato, in alcuni punti, la presenza di inquinamento batteriologico, seppur a bassi livelli, di Escherichia coli.

Dall’inchiesta epidemiologica effettuata dal Servizio territoriale di zona è stato accertato che la sintomatologia gastroenterica ha colpito circa 90 persone, tutte afferenti all’area di Vigo di Fassa, che in parte si sono rivolte alla guardia medica, alcune alla guardia turistica, mentre altre si sono recate direttamente in farmacia per l’acquisto di fermenti lattici e disinfettanti intestinali.

Si è proceduto a fornire indicazioni al competente ufficio tecnico comunale affinché provvedesse alla pulizia dei serbatoi e alla disinfezione della rete idrica aumentando il livello della clorazione e all’emissione di un’ordinanza per il consumo di acqua ad uso alimentare solo dopo bollitura.
È stato, inoltre, programmato un incontro a Vigo di Fassa per mercoledì 17 luglio per una valutazione e monitoraggio delle sorgenti da cui si rifornisce l’acquedotto per esaminare l’area di rispetto circostante alle sorgenti e trovare eventuali soluzioni tecniche che permettano la messa in sicurezza. Ulteriori controlli sono stati programmati nel corso dei prossimi giorni fino al rientro dalla non conformità a garanzia della salute pubblica.