ISTITUTO CATTANEO * PAR CONDICIO… OPPURE NO? PD, FORZA ITALIA E M5S TRA I PIÙ PRESENTI NELLA TELEVISIONE PUBBLICA

Par condicio… oppure no? Pd, Forza Italia e M5s tra i più presenti nella televisione pubblica. Pd sempre più come partito a più voci, la Lega sempre più con una voce sola Disparità di genere in tv: solo un intervento su quattro proviene da una donna Alleanze, liste e coalizioni i temi più dibattuti in televisione.

 

 

A partire dal 2000 è stata introdotta in Italia la disciplina della par condicio, cioè quell’insieme di norme atte a garantire l’equità di accesso dei soggetti politici ai mezzi di informazione, in particolare nel periodo della campagna elettorale. Tutti i partiti che partecipano alle elezioni devono godere dunque delle stesse possibilità di informare i cittadini in merito alle loro proposte e posizioni politiche.

Ma quanto è davvero equa la distribuzione dello spazio televisivo assegnato alle diverse forze politiche nelle reti pubbliche? Per rispondere a questo interrogativo, l’Istituto Cattaneo ha analizzato i dati che l’Osservatorio di Pavia fornisce regolarmente alla Commissione di Vigilanza Rai per l’attività di monitoraggio del pluralismo politico sulle reti del servizio pubblico nazionale.

A fini della nostra analisi, abbiamo selezionato gli interventi di tutti i soggetti politici dedicati al tema della campagna elettorale o, più in generale, delle prossime elezioni politiche. Di conseguenza, sono esclusi tutti quegli interventi dei rappresentanti del governo in carica legati allo svolgimento delle loro attività istituzionali.

Il primo dato che viene presentato è la percentuale di tempo che, dal 1 gennaio al 25 febbraio 2018, è stato assegnato a ciascuna delle principali forze politiche in vista del voto del 4 marzo. Come mostra la figura 1, nel periodo considerato è stato il Partito democratico a ricevere la quantità maggiore di tempo nei programmi della Rai dedicati all’informazione politica (talk show, telegiornali, rubriche di approfondimento e altri programmi di infotaintment).

Il tempo assegnato agli esponenti del Pd è equamente distribuito tra i tre canali della Rai, con una presenza leggermente più pronunciata su Raiuno.

Se il Pd è il partito che riceve più copertura mediatica e spazio televisivo nei tre canali Rai considerati congiuntamente, Forza Italia è invece quello maggiormente presente sugli schermi di Raiuno, dove raccoglie oltre il 25% di tutto lo spazio assegnato agli interventi politici. Complessivamente, il partito di Berlusconi è il secondo in termini di copertura televisiva sulle reti Rai, pur risultando meno presente su Raitre, dove gli esponenti di Forza Italia ricevono il 17,9% del tempo sul totale.

Il Movimento 5 stelle ha una presenza sui programmi televisivi del servizio pubblico inferiore rispetto agli altri due partiti e risulta mediamente sottorappresentato nei primi due canali della Rai, mentre su Raitre può godere di una copertura superiore a quella di Forza Italia. Alla Lega di Salvini e al partito di recente formazione Liberi e uguali (Leu) è assegnata una quota di tempo sostanzialmente simile, con una presenza più spiccata su Raitre.

 

Analisi Istituto Cattaneo – Elezioni Politiche 2018 – Analisi della par condicio (1 marzo 2018)