FESTIVAL INFORMATICA – ROVERETO (TN): IL CYBERBULLISMO E LE FAKE NEWS DAL 13/10

(Fonte: Ufficio stampa Comune Rovereto) – Al via venerdì a Rovereto. Il Festival dell’Informatica al servizio del sociale. Cyberbullismo e fake news, prevenzione delle calamità naturali, domotica, soluzioni tecnologiche per i disabili, progetti di cooperazione internazionale al centro di laboratori, workshop e incontri con esperti nazionali e internazionali.

Tra gli ospiti Elsa Fornero, Francesco Profumo, Paolo Crepet, Massimo Sideri, Umberto Ambrosoli, Marco Morganti, Guido Marangoni, Nadio Delai, Laura Bononcini, Federico Taddia, Isabella Bossi Fedrigotti e gli atleti paralimpici Andrea Devicenzi e Massimo Spagnoli
Comunicato stampa

Si svolgerà a Rovereto – dal 13 al 15 ottobre – il Festival di Informatici Senza Frontiere. Tre giorni di confronti, dibattiti, laboratori e workshop per discutere su come usare le nuove tecnologie in modo consapevole e scoprire le attività che l’associazione “Informatici Senza Frontiere” sviluppa per promuovere l’utilizzo dell’informatica come strumento di inclusione sociale.

Il Festival rappresenta una grande occasione per agire e riflettere su temi di carattere etico – dal cyberbullismo all’inclusione bancaria, dal diritto all’oblio alle fake news alla violenza in rete – ma anche per conoscere e contribuire a progetti di informatizzazione come quelli realizzati da Informatici senza Frontiere negli ospedali africani assieme a Medici per l’Africa Cuamm, in aree di marginalità sociale come Scampia, o a favore di persone diversamente abili.

 

 

*

Il programma del Festival

Ad aprire la manifestazione venerdì mattina alle ore 11 al Teatro Zandonai, dopo la relazione del Presidente di Informatici senza Frontiere Dino Maurizio, saranno il presidente della Fondazione Bruno Kessler e già ministro dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca Francesco Profumo, che dialogherà con l’amministratore delegato di Dedagroup Gianni Camisa e il professor Giuliano Noci, responsabile scientifico dell’Osservatorio

 

 

*

Agenda Digitale

A condurre l’incontro sarà il direttore di Corriere Innovazione Massimo Sideri.

Alle ore 15, sempre al Teatro Zandonai, Alberto Faustini, direttore del Trentino e dell’Alto Adige presenterà il libro “Diritto all’oblio, dovere della memoria” con i due autori, l’avvocato e saggista Umberto Ambrosoli eMassimo Sideri.

A seguire tre incontri sui temi della tecnologia e cooperazione allo sviluppo, sulle nuove scoperte tecnologiche realizzate da aziende come Dainese e Erickson, e sul rapporto tra cervello umano e mente artificale con Gianni Vallortigara ed Enrico Prati.

Alle 18, invece, sarà Facebook protagonista con Laura Bononcini, head of Public Policy, che in un dialogo con il Sostituto Procuratore della Repubblica di Milano, Francesco Cajani, affronteranno gli spinosi temi della privacy in rete, moderati da Stefania Chiale, giornalista di 7 del Corriere della Sera.

La giornata di venerdì si concluderà in serata, alle ore 21, sempre al teatro Zandonai, con l’atteso intervento dello psichiatra e saggista Paolo Crepet, che, in quella occasione presenterà il suo nuovo libro “Baciami senza rete”.

Sabato 14 ottobre sarà una giornata altrettanto ricca di eventi, con ospiti di spicco come il presidente dell’Associazione Medica Espatriati Siriani Nabil Al Mureden, la giornalista ed editorialista del Corriere della Sera Isabella Bossi Fedrigotti che dialogherà su “quanto ci ha cambiato la tecnologia” con il direttore del Corriere del Trentino Enrico Franco, la rappresentante del popolo Saharawi Fatima Mahfud, Loek Peters, che dialogherà con Raffaella Calandra di Radio 24, il prof. Norberto Patrignani, l’amministratore delegato di Banca Prossima Marco Morganti, che sarà intervistato da Paola Pica del Corriere della Sera, e ancora l’esperta di etica delle tecnologie dell’informazione Diane Whitehouse.

La giornata si concluderà con un evento sul tema del cyberbullismo condotto dal direttore de L’Adige Pierangelo Giovannetti, che vedrà sul palco del Teatro Zandonai alcuni dei più importanti esperti a livello nazionale su questo delicato tema.

La manifestazione si concluderà domenica mattina con l’intervento della già ministra del Lavoro Elsa Fornero; nella giornata conclusiva, saranno presenti anche uomini di spettacolo, come Guido Marangoni – autore del libro “Anna che sorride alla pioggia” – e protagonisti dello sport come gli atleti paralimpici Andrea Devicenzi e Massimo Spagnoli, che dialogheranno con Federico Taddia di Radio24; il sociologo Nadio Delaidiscuterà con Enrico Giannetta di Avvenire del rapporto tra social media e anziani.

 

 

*

Il Premio Digital School

Nella mattinata di sabato 14 ottobre, il Festival proporrà un evento speciale – il Premio Digital School – con cui verranno celebrate le migliori esperienze educative, a livello italiano, nell’ambito dell’uso smart, solidale e sostenibile dell’informatica e delle nuove tecnologie: un appuntamento e un riconoscimento simbolico dell’impegno di tanti giovani e dei loro insegnanti.

Verranno premiati al Festival: Istituto di BioRobotica-Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, Istituto di Istruzione Superiore “Don L. Milani” di Rovereto, Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “A. Greppi” di Monticello Brianza, Istituto Tecnico Superiore Meccatronico Veneto di Vicenza, Liceo Scientifico “E. Fermi” di Padova, Scuola Primaria Bilingue di Benevento.

 

 

*

I laboratori del Festival

Da venerdì 13 a domenica 15 ottobre, il Festival di Informatici Senza Frontiere propone un ricco calendario di laboratori per grandi e piccini: da Gioca con Naoe Un codice per Nao, che vedranno protagonista il robot umanoide Nao, al Virtual Reality Day, dove il pubblico potrà andare alla scoperta della realtà virtuale e aumentata; e ancora, i laboratori Bitlandia, E-sperimenta e Robobimbi, per scoprire dal vivo le tecnologie sviluppate dai soci di Informatici Senza Frontiere. Da non perdere i corsi per l’utilizzo di tablet per over-60 e di trashware.

 

 

*

Le mostre
Il Festival di Informatici Senza Frontiere darà spazio anche a due progetti espositivi che il pubblico potrà visitare da venerdì 13 a domenica 15 ottobre: Sensoltre, il primo percorso multisensoriale al buio tra quadri tattili realizzato da Informatici Senza Frontiere Onlus, con l’ausilio della tecnologia Nfc-Near Field Communication.

Arte, musica e tecnologia si fondono in un percorso plurisensoriale, un’occasione speciale che accosta vedenti e non vedenti a nuove forme d’espressione artistica.

E ancora, One Day in Africa, che propone quarantacinque immagini realizzate da reporter affermati e fotografi emergenti alle prese con la quotidianità di un continente in perenne fibrillazione.

 

 

*

Alla scoperta dei progetti di Informatici Senza Frontiere

Open Hospital è un software open source di gestione ospedaliera sviluppato da Informatici Senza Frontiere per assistere ospedali, ambulatori e centri medici nella gestione dell’operatività quotidiana e insignito del prestigioso Champion Award 2016 dall’Onu.

Attualmente Open Hospital è installato e utilizzato in Italia e nei Paesi in via di sviluppo, prevalentemente in Africa Sub-Sahariana (Angola, Benin, Camerun, Kenya, Madagascar, Tanzania, Uganda) nel Corno d’Africa e Isole (Etiopia, Somaliland) ma anche nel resto del mondo (Afghanistan, Birmania, Nepal, Yemen); in Italia il programma è stato implementato per la gestione di una realtà particolare come il Cesaim – Centro Salute Immigrati di Verona che si propone di fornire servizi medici ambulatoriali a migranti privi di regolare permesso di soggiorno e di tessera sanitaria e che pertanto non hanno accesso all’assistenza sanitaria.

 

 

Isa I Speak Again. Un comunicatore gratuito mediante sintesi vocale, disponibile in versione offline installabile o in versione web application. Per utilizzare Isa è necessario avere un sistema di puntamento hardware che rilevi il movimento del viso o delle pupille. Isa è Open Source.

 

 

*

Ima I Move Again. Frutto di un lavoro di tesi di laurea nell’ambito della collaborazione tra Informatici Senza Frontiere e il professor Filippo Lanubile dell’Università di Bari, Ima è un’estensione di Isa I Speak Again per pazienti con gravi disabilità motorie e funge da interfaccia per sedia a rotelle motorizzata.

Mediante un’interfaccia Arduino opportunamente programmata, Ima permette il movimento della sedia mediante eye tracking, ovvero il solo movimento della pupilla, in modo da restituire una mobilità autonoma alle persone impossibilitate al movimento e alla parola.

 

 

*

Musical Instruments For Disabilities. Nell’ambito della partnership con l’associazione AccordiAbili, presieduta dal maestro Vincenzo Deluci, Informatici Senza Frontiere mette a disposizione il proprio know-how per progettare e realizzare strumenti musicali per persone con disabilità.

Il primo progetto ha dato vita alla tromba elettromeccanica Elmeci, suonata dallo stesso maestro Deluci.

In cantiere un clarinetto attuato elettromeccanicamente per un nuovo utente di AccordiAbili.

 

 

*

Informazioni pratiche

L’edizione 2017 del Festival di Informatici Senza Frontiere animerà tutta la città: il talk e conferenze verranno ospitate al Teatro Zandonai, a Palazzo Fedrigotti,alla Fondazione Caritro, al Palazzo Alberti Poja e alla Sala Filarmonica, mentre i laboratori e le mostre saranno realizzati all’Urban Center di Corso Rosmini e alla Biblioteca Civica di Corso Bettini.

Tutti gli eventi del Festival sono a ingresso libero. I posti in sala sono limitati: è possibile registrarsi agli eventi in programma direttamente sul sito www.isf-festival.it, sezione “Programma”.

 

 

La rete dei partner

Il Festival è promosso da: Informatici Senza Frontiere Onlus

Curato da: Goodnet Territori in Rete

Con il patrocinio di: Provincia Autonoma di Trento, Comune di Rovereto, Università degli Studi di Trento, Confindustria Trento, Fondazione

Bruno Kessler, Iprase, Cciicc

Partner: Dedagroup

In collaborazione con: La Meccanica, Chiesa Valdese, Intesys, Reverdito, Settimana dell’Accoglienza, Yarix

Media Partner: Egea

Supporter tecnici: Fondazione Caritro, Exquisita, Loison