News immediate,
non mediate!

ROSSATO (FDI – TRENTINO) * PERSONE CON DISABILITÀ: « APPROVATA MIA PROPOSTA DI MOZIONE PER SEMPLIFICARE LA FRUIZIONE DELLE AGEVOLAZIONI IVA – IRPEF – TASSA AUTOMOBILISTICA »

Scritto da
17:08 - 27/10/2021

Approvata la proposta di mozione della Cons. Rossato (FdI) volta a semplificare la fruizione delle agevolazioni IVA, IRPEF e tassa automobilistica per le persone con disabilità.

Nella giornata odierna è stata approvata all’unanimità la mia mozione volta a impegnare la Giunta provinciale ad intervenire affinché l’Apss concordi con l’Agenzia delle Entrate le modalità di redazione dei verbali di accertamento dell’handicap per agevolare le persone con disabilità nella fruizione delle agevolazioni di cui alla legge 449 del 27.12.1997, ovverosia relativi all’IVA, IRPEF e tasse automobilistiche.

L’attuale situazione, generata da una serie di disposizioni in molti casi poco chiare e farraginose, finiva per creare una serie di ostacoli per le persone con disabilità nell’interazione con concessionarie automobilistiche, officine autorizzate all’installazione e allestimento di veicoli (in qualità di sostituti di imposta), CAF, uffici Aci (per esenzione del bollo e IPT) e tutti i soggetti che per l’applicazione delle sopracitate agevolazioni si attengono in maniera scrupolosa alle disposizioni impartite dall’Agenzia delle Entrate. La difficoltà maggiore è riscontrata, attualmente, nel discrimine e nell’esatta individuazione di disabili con grave limitazione della capacità di deambulazione, o pluriamputati e persone con ridotte o impedite capacità motorie permanenti.

Tale criticità è generata dal fatto che le persone con ridotte capacità deambulatorie non sono necessariamente persone disabili e dotate di una patente di guida con adattamento del veicolo e/o che devono guidare con l’obbligo di indossare un qualche presidio. Nel 2012 Stato italiano è intervenuto con il Decreto Semplificazioni stabilendo che i verbali delle Commissioni mediche integrate “riportino anche l’esistenza dei requisiti sanitari necessari per la richiesta di rilascio del contrassegno invalidi nonché per le agevolazioni fiscali relative ai veicoli previsti per le persone con disabilità”. Tale disposizione, sebbene recepita dalle Commissioni mediche che operano in Provincia che hanno integrato i propri moduli con quanto richiesto dal legislatore nazionale, pare nella sostanza non trovare applicazione tra i sopracitati soggetti con i quali le persone con disabilità sono chiamate ad interagire per usufruire delle agevolazioni.

È infatti da sottolineare come essi continuino a richiedere la documentazione richiesta dall’Agenzia delle Entrate. E’ inoltre da sottolineare come a queste problematiche si aggiungono quelle derivanti dalle differenze tra la normativa nazionale e quella provinciale. È infatti noto che secondo le disposizioni applicate in Provincia autonoma di Trento la Commissione sanitaria di accertamento dell’handicap è tenuta ad entrare nel merito dei benefici e delle agevolazioni assistenziali richieste dalla persona a differenza di ciò che succede nel resto del Paese dove quest’organo tecnico si limita a barrare le caselle previste da una modulistica preformata lasciando al cittadino (o chi si occupa di esso) la piena libertà di attivare poi le diverse opzioni previste dalla tutela di queste persone.

In fase di dichiarazione del parere della Giunta, l’Assessore competente ha reso noto che è già in corso un’interlocuzione tra APSS e Agenzia delle Entrate. Questo fatto fa ben sperare per i molti cittadini che, anche in virtù della particolare situazione epidemiologica che stiamo vivendo, si aspettano una semplificazione nelle procedure per accedere a queste agevolazioni.

*
Cons. Katia Rossato
Gruppo Consiliare Fratelli d’Italia

 

Loader Loading...
EAD Logo Taking too long?

Reload Reload document
| Open Open in new tab

Scarica PDF

Categorie Articolo:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.