VIDEONEWS & sponsored

(in )
Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

PROVINCIA AUTONOMA TRENTO * TUTELA AMBIENTE: « PROTOCOLLO D’INTESA APPA-CARABINIERI, LA COLLABORAZIONE DURERÀ TRE ANNI »

Protocollo d’intesa fra la Provincia e il Comando dei Carabinieri per collaborazioni in materia di tutela ambientale. Approvato ieri dalla Giunta provinciale il testo dell’accordo che sarà sottoscritto dal direttore dell’Appa.

Approvato ieri dalla Giunta provinciale, su proposta del vicepresidente e assessore all’Ambiente, il Protocollo d’intesa tra la Provincia autonoma di Trento e il Comando Carabinieri per la tutela ambientale – Nucleo operativo ecologico di Trento, per la collaborazione nell’esercizio delle attività di vigilanza e di controllo in materia di ambiente.

L’intesa è inquadrata nel costante miglioramento delle attività in questo delicato settore, anche attraverso forme di collaborazione tra i vari soggetti istituzionali a cui compete l’attività di vigilanza e controllo.

La collaborazione tra il Comando dei Carabinieri per la tutela ambientale e la Provincia autonoma avverrà attraverso lo scambio di informazioni, nonché di dati non sensibili relativi all’attività di tutela ambientale, e la ricerca di tutte le possibili forme di cooperazione al fine di potenziare il controllo delle attività connesse alla tutela ambientale.

In particolare è prevista:

• la collaborazione reciproca attraverso lo scambio di informazioni, nonché di dati non sensibili relativi all’attività di tutela ambientale, secondo quanto previsto nelle normative comunitarie, nazionali e regionali;

• la partecipazione ad incontri periodici di coordinamento per azioni comuni di controllo;

• la condivisione dell’utilizzo di beni e strumentazione per potenziare le attività di vigilanza ambientale.

Tenuto conto dei compiti di vigilanza e controllo sull’ambiente attribuiti all’Agenzia provinciale per la protezione dell’ambiente e della partecipazione diretta dell’Agenzia alle attività oggetto della collaborazione, l’accordo sarà stipulato direttamente dal direttore dell’Agenzia. La collaborazione prevista con il Protocollo di intesa durerà tre anni.