News immediate,
non mediate!
Categoria news:
OPINIONEWS

FORZA ITALIA: BIANCOFIORE, GARDINI STA FALCIDIANDO IL PARTITO E I SUOI ELETTORI

Scritto da
10.37 - sabato 22 aprile 2017

(Fonte: Michaela Biancofiore) – Dopo avere fatto tabula rasa di Forza Italia in Alto Adige fallendo una vittoria scontata a Bolzano e non eleggendo nemmeno un consigliere comunale, non paga, la commissaria invisibile passa a falcidiare il Trentino disattendendo lo Statuto , sia per quanto riguarda la nomina degli organi statutari, il ruolo dell’unico parlamentare del Trentino Alto Adige, sia del settore seniores.

Penso che nella storia di Forza Italia, ma di qualsiasi partito, non esista il precedente di un commissariamento dei seniores , cioè degli over 65 enni legati esclusivamente al Presidente Berlusconi che prestano la loro opera gratuitamente per pura passione per il movimento fin dal 1994. Cioè quando la commissaria – “convinta berlusconiana”e già mostrando “acume politico” , candidava nella lista di Rosi Bindi.

Gardini, estranea a storia e conoscenza del territorio,inesistente nella vita politica quotidiana del movimento fino ad affermare che i seniores non sarebbero iscritti quando forse sono i soli iscritti del Trentino, è arrivata anche a questo pur di piazzare persone affini che di fronte la blandiscono e dietro la criticano aspramente, auspicando a latere la sua sostituzione con se stessi. Dove vuole arrivare la commissaria prima di avere un sussulto di dignità e rendersi conto che dal suo arrivo in regione, cosa della quale porto ingenuamente la colpa peraltro, i sondaggi del movimento sono scesi vertiginosamente toccando una china quasi irrevocabile? Quanto bisogna essere frustrati per accanirsi contro quattro arzilli vecchietti esibendo platealmente un potere che lo Statuto non le attribuisce? Lei non può buttare fuori nessuno come ha dichiarato viceversa muscolarmente.

E’ paradossale poi che la Gardini abbia ingaggiato una guerra senza frontiere proprio contro coloro, a partire dalla sottoscritta passando ai seniores trentini che l’hanno sostenuta in ogni modo nelle sue varie candidature europee in regione , dati alla mano , a fronte di quelli ai quali si appoggia che erano sostenitori del suo principale rivale , Remo Sarnagiotto passato a “direzione Italia”. Ma si sa , come diceva Andreotti , la gratitudine è il sentimento del giorno prima.

Oltre che politicamente miope risulta pertanto anche masochista forse perchè qualcuno deve ancora spiegarle la legge elettorale diversificata per il Trentino Alto Adige e che non esiste un seggio sicuro per lei, anche grazie alle percentuali da zero virgola alle quali ha portato il movimento. L’interpretazione del ruolo commissariale filo -nord coreano con gente peraltro senza voti è diametralmente opposto alla politica liberale e agli insegnamenti del Presidente Berlusconi e, nonostante i problemi succedutisi negli anni, mai si è assistito ad un precedente tale in regione.

Giusto il ricorso ai probi viri che verrà da me appoggiato in ogni dove a fronte di un delirio di onnipotenza che sta cancellando Forza Italia dal Trentino Alto Adige, dopo essere stata – sotto la mia passata regia , il primo partito italiano della regione.

 

 

*
Michaela Biancofiore, parlamentare FI Trentino Alto Adige

Categoria news:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.