Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

Savona: Conzatti, (FI) “Servono corsi di rieducazione per uomini maltrattanti”. “L’ennesimo caso di femminicidio e denunce della vittima per avere misure di protezione, non sono bastati per evitare un’altra morte. Non è forse il caso di iniziare ad affiancare alle misure cautelari anche l’obbligo di frequentare corsi per la rieducazione degli uomini maltrattanti? L’uomo che agisce con comportamento violento e che è intriso di cultura di dominio tale da poter considerare la donna oggetto, va certamente denunciato ma contemporaneamente psicologicamente rieducato.

Noi del Gruppo di Forza Italia abbiamo depositato emendamenti al Disegno di legge sul cosiddetto “Codice Rosso”, da domani all’esame dell’Aula del Senato, in cui sono previste modifiche per far rientrare a pieno titolo i corsi per la rieducazione dei maltrattanti tra le misure di protezione della donna.” lo dichiara la Senatrice Donatella Conzatti, Vicepresidente della Commissione sul femminicidio e membro della Commissione finanze.

“La maggioranza, sul Codice Rosso, sta dando un messaggio di chiusura, blindando il provvedimento che potrebbe invece essere migliorato con le nostre proposte di modifica. Mi chiedo perchè, in un contesto sociale così allarmante, non si permetta alla Commissione Giustizia ed alla Commissione d’inchiesta sul femminicidio del Senato, di mettere al servizio della sicurezza delle donne le importanti norme previste nei nostri emendamenti? La maggioranza è ancora in tempo per fare un passo nella direzione più giusta, quella delle donne, che chiedono l’aiuto di tutte le forze politiche.” conclude la parlamentare azzurra.