News immediate,
non mediate!
Categoria news:
OPINIONEWS

CONSORZIO COMUNI TRENTINI * CONTRATTO COLLETTIVO: GIANMOENA, « SODDISFAZIONE PER UN ACCORDO CHE GIUNGE DOPO MESI DI TRATTATIVE, TROVA IL GIUSTO EQUILIBRIO TRA LE PARTI »

Scritto da
19.37 - martedì 31 maggio 2022

Accordo per lo stralcio economico del rinnovo 2019/2021 del Contratto collettivo provinciale delle autonomie locali trentine. Firmata l’ipotesi di accordo. La firma del Consorzio dei Comuni con le parti sindacali per un aumento pari al 5 per cento.

“C’è grande soddisfazione per un accordo che giunge dopo mesi di trattative e che in sostanza trova il giusto equilibrio tra le parti”. Sono le parole del Presidente dei Comuni Trentini, Paride Gianmoena, alla firma di un accordo stralcio per il rinnovo del Contratto collettivo provinciale delle autonomie locali trentine.

Gianmoena sottolinea che si tratta del giusto riconoscimento per le lavoratrici le i lavoratori del pubblico impiego trentino in un momento di grave difficoltà e che la firma presuppone ulteriori confronti.

Intanto, oggi, 31 maggio 2022, il Consorzio dei Comuni ha sottoscritto con le parti sindacali l’ipotesi di accordo stralcio per il rinnovo del CCPL per il personale non dirigenziale delle autonomie locali, per il periodo 2019-2021.

Con l’accordo sottoscritto viene riconosciuto a tutti i dipendenti un aumento della retribuzione fondamentale pari al 5%, con un incremento mensile lordo per tredici mensilità compreso tra 82 e 148 Euro a decorrere dal 1° gennaio 2022. Viene, inoltre, riconosciuta l’indennità di vacanza contrattuale a decorrere dal mese di aprile 2022 (0,3%) e di luglio 2022 (0,5%), quale anticipo dei miglioramenti retributivi per il periodo 2022-2024.

Nello stesso tempo, è stata sottoscritta un’intesa con le parti sindacali, subordinata al reperimento delle risorse necessarie in sede di assestamento di bilancio, per il riconoscimento degli arretrati per anni 2020 e 2021 nonché, ai dipendenti che ne abbiano i requisiti, di una progressione orizzontale per gli anni 2021 e 2022, nonché delle progressioni orizzontali dalla 1° alla 2° posizione retributiva per gli anni precedenti.

Categoria news:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.