News immediate,
non mediate!
Categoria news:
OPINIONEWS

APT VAL DI FASSA (TN) * TURISMO INTERNAZIONALE: « LA TELEVISIONE POLACCA “POLSAT“ NEL NOSTRO TERRITORIO PER SERVIZI TG E DIRETTE TIVÙ (CON LA CORRISPONDENTE URSZULA RZEPCZAK) »

Scritto da
19.20 - sabato 22 gennaio 2022

La Val di Fassa per quattro giorni è stata in diretta televisiva internazionale sul canale polacco “Polsat“. Dal 19 al 22 gennaio, il nostro territorio e la vallata ladina anno avuto un importante spazio televisivo, nel primo canale televisivo privato.

Dal 16 al 30 gennaio i polacchi sono in vacanza e, come da tradizione, molti di loro scelgono di trascorre alcuni giorni sulle piste da sci. Tra le mete preferite c’è il Trentino e in particolare la Val di Fassa, ecco perché Urszula Rzepczak, corrispondente in Italia di Polsat – rete tv collegata al bouquet satellitare Polsat Cyfrowy – è stata dal 19 al 22 gennaio presente per raccontare la mèta tanto apprezzata dai connazionali.

Certo, questo è un inverno complicato per viaggiare, per via delle normative per la tutela della salute, il rispetto dell’uso del Green Pass, che spesso ha applicazioni differenti nei diversi Paesi europei, ma il desiderio di sci, neve e sole ha spinto diversi polacchi a raggiungere le Dolomiti. «In questi giorni in Polonia ci sono abbondanti nevicate e i nostri connazionali ammirano le immagini che inviamo delle montagne e delle piste da sci illuminate dal sole», spiega Urszula Rzepczak, che in questi giorni è supportata dall’Apt Val di Fassa.

Nel corso delle cinque dirette quotidiane (di circa 5 minuti ciascuna) e nei servizi di approfondimento mandati in onda a completamento degli interventi dall’Italia durante i programmi di attualità della rete, la corrispondente ha narrato il territorio, ma anche come avviene l’accoglienza negli hotel, nei rifugi e sulle piste da sci di Fassa. «Abbiamo dato ampio spazio alla spiegazione all’accesso agli impianti di risalita, al collegamento tra skipass e green pass con il sistema ideato da Dolomiti Superski, per far comprendere come la vacanza qui sia sicura. In questi giorni stiamo intervistando diversi connazionali sulle piste e in centro a Canazei e Campitello. Chi è partito dalla Polonia per le Dolomiti, nonostante le difficoltà del periodo, è soddisfatto della scelta».

Urszula Rzepczak, oltre ai connazionali, in questi giorni, per raccogliere informazioni e riscontri sulla stagione in corso, ha intervistato anche le figure chiave del turismo locale. Tra queste, Daniele Dezulian, presidente di Sitc Canazei e vicepresidente del Consorzio impianti a fune Val di Fassa – Carezza, Daniela Perathoner, nel cda di Sitc e del consorzio impiantistico fassano, Dino Davarda, direttore della scuola di sci Marmolada di Canazei, Alex Monteleone, titolare del Rifugio Salei, Dimitri Demarchi, titolare dell’Hotel Majon Miramonti e vicesindaco di Canazei, e Fausto Lorenz, presidente dell’Apt Val di Fassa. «Il mercato polacco – ha sottolineato Lorenz – è tra i principali dell’inverno fassano, perciò questo spazio televisivo per noi, come per tutto il Trentino, è significativo. Finora le presenze polacche, come degli altri stranieri, sono ovviamente inferiori rispetto alle stagioni invernali pre Covid.

Le difficoltà del momento arrivano anche dal caro-bollette, ma cerchiamo di guardare ai prossimi mesi con un pizzico ottimismo e di trasmetterlo anche ai nostri ospiti». Un’accoglienza calorosa che i polacchi sembrano cogliere appieno. «Tra gli aspetti della vacanza in Val di Fassa che più piacciono ai connazionali – sostiene Urszula Rzepczak – c’è proprio la solarità della popolazione, assieme alla bellezza del posto e al buon cibo».

 

*

Foto: Archivio Apt Val di Fassa

Categoria news:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.