VIDEONEWS & sponsored

(in )

UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI * DATI CONFCOMMERCIO: « CROLLO DEI CONSUMI NEL 2020 E PERSI 126 MLD EURO, DATI CATASTROFICI PEGGIORI DI QUELLI ISTAT »

Secondo i dati della Confcommercio, nel 2020 c’è stato un calo complessivo dei consumi dell’11,7%, pari a oltre 126 miliardi di euro, con una perdita di oltre 2.000 euro pro capite rispetto al 2019.

“Dati catastrofici, che confermano il crollo dei consumi senza precedenti. Si tratta di una stima della caduta della spesa persino peggiore di quella resa nota settimana scorsa dall’Istat” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

“Infatti, rielaborando i dati Istat sulla spesa media mensile delle famiglie, risulta che una famiglia da 1 componente, scendendo da 1.815,45 euro al mese del 2019 a 1715,8 del 2020, ha avuto una flessione annua pari a 1.195,8, ben sotto i 2000 euro pro capite indicati dalla Confcommercio. Stesso discorso guardando a una famiglia media, che passa dai 2.560 euro del 2019 ai 2.328 euro mensili del 2020, con una riduzione della spesa di 232 euro al mese, pari a 2784 euro all’anno, anche in questo caso sotto ai 2000 euro a testa, visto che una famiglia media ha 2,3 componenti. Per una coppia con due figli, in un anno c’è stato un tracollo della spesa di 4.680 euro” prosegue Dona.

“In ogni caso, è evidente che si tratta comunque di dati drammatici e che la scommessa è sul futuro. Con la fine del lockdown i consumi sicuramente ripartiranno. Si tratta di vedere quando tempo ci vorrà per tornare ai valori pre-pandemia, ossia alla normalità” conclude Dona.