VIDEONEWS & sponsored

(in )

ROSSATO (LEGA) *ELEZIONI 2020: « IANESELLI NON È CANDIDATO SINDACO A TRENTO, È CANDIDATO CONTRO LA LEGA »

Noto che il candidato Sindaco di centrosinistra Franco Ianeselli continua la sua campagna contro i Consiglieri provinciali che vivono nel capoluogo per occultare i fallimenti dei suoi sostenitori. A quanto pare, affrontare “temi concreti” riguardanti l’amministrazione comunale sembra non essere la sua specialità.

L’ultimo episodio è avvenuto nella giornata di ieri quando, nel mezzo di un dibattito televisivo, mi ha citata accusandomi di dichiarazioni in realtà da me mai pronunciate.

Per giunta, lo ha fatto in occasione di una domanda relativa ad una causa di licenziamento connessa alla tematica della discriminazione sull’orientamento sessuale.

Come un rapace, il signor Ianeselli ne ha approfittato per associare il mio nome ad una presunta discriminazione sull’orientamento sessuale condendola poi con la falsità sulla mia discriminazione su base razziale. Palese è la volontà di occultare l’assenza di temi concreti ed i fallimenti dei suoi sostenitori dietro l’arma – tanto cara alla sinistra – della criminalizzazione dell’avversario.

Mancano aree gioco per i bambini di Trento? Il compagno Ianeselli non affronta il problema, deviando piuttosto l’attenzione con attacchi alla sottoscritta e alla Lega.

Lo sa del resto anche lui che l’amministrazione uscente (la stessa che lo sostiene nella corsa a Palazzo Thun) è rimasta immobile per un decennio. Talmente immobile che lui stesso se ne discosta, ricordando proprio ieri sera come non si senta sorretto da una realtà di centrosinistra autonomista, quanto piuttosto da una realtà civica.

Questo significa che – nell’ottica di Ianeselli – Italia Viva, Partito Democratico e tutti gli altri partiti non sono a sinistra. Beh, se negare la verità corrisponde al suo spot elettorale, c’è da preoccuparsi.

Questo quanto dichiarato in una nota dal Consigliere provinciale della Lega Salvini Trentino, Katia Rossato.