L’ Ordine delle Professioni Infermieristiche di Trento, a nome del Consiglio Direttivo e di e di tutti i professionisti iscritti, manifesta la massima indignazione e condanna l’episodio di violenza accaduto ieri presso il SerD di Trento.

Al medico direttamente coinvolto, ai colleghi infermieri, alle colleghe infermiere e a tutto il personale sanitario del SerD esprime piena solidarietà e sostegno.

Gli episodi di violenza e le aggressioni nei confronti degli operatori sanitari sono inaccettabili.

La legge contro la violenza sugli operatori sanitari, approvata ad agosto dal Parlamento, difende con maggior forza da ogni forma di aggressione i professionisti sanitari e il loro lavoro attraverso l’inasprimento delle pene, ma soprattutto introduce la promozione di iniziative per la prevenzione di episodi di aggressione (formazione, piani di sicurezza, protocolli) e di campagne di informazione per sensibilizzare la cittadinanza a una cultura che condanni ogni forma di violenza. Su queste iniziative è necessario investire con convinzione, in modo sistematico e capillare.

Gli infermieri e tutti i professionisti sanitari che ogni giorno sono al fianco dei cittadini con professionalità, umanità e impegno per garantire la tutela del diritto della salute meritano di essere tutelati.

 

*

Daniel Pedrotti

Il Presidente