VIDEONEWS & sponsored

(in )

MORANDUZZO (LEGA TRENTINO) * CRISI COVID: «: LAVORARE È UN DIRITTO, MANIFESTAZIONE DEI COMMERCIANTI AMBULANTI A TRENTO »

Dalla Costituzione all’articolo 4: “La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendono effettivo questo diritto. Ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le proprie possibilità e la propria scelta, un’attività o una funzione che concorra al progresso materiale o spirituale della società”.

I commercianti ambulanti stamattina hanno “protestato” in maniera totalmente pacifica contro la decisione dell’amministrazione comunale di Trento che, da qualche settimana, ha sospeso il mercato cittadino del giovedi mattina, senza cercare delle soluzioni e soprattutto senza essere stata in grado di dare delle spiegazioni “sensate” a qualcuno. Una scelta “dittatoriale” che va contro la democrazia di un paese che dovrebbe essere ancora democratico.

Condivido la manifestazione come ho fatto per la manifestazione pacifica da parte dei ristoratori, dei baristi e di tutti gli esercenti fatta il mese scorso contro il DPCM firmato da Conte il quale ha messo in totale difficoltà le aziende che operano nel settore della ristorazione.

Oggi condivido l’azione dei commercianti ambulanti che si sono presentati in silenzio, in piazza e soprattutto forniti del loro registratore di cassa.

Ieri, peraltro, il Presidente della Provincia di Trento, Maurizio Fugatti ha spiegato che da oggi decadono le limitazioni ai mercati.

Da parte della Provincia non esisteva il divieto di svolgere i mercati ma c’era l’ aspettativa di renderli sicuri e agibili (vedi mercati come Borgo Valsugana, Rovereto e Pergine Valsugana che si sono svolti regolarmente in sicurezza).

Probabilmente a Trento è mancata la volontà politica.

Vediamo se anche il Sindaco Ianeselli seguirà le direttive del Presidente della Provincia riaprendo il mercato del giovedì mattina.

 

*

Devid Moranduzzo

Consigliere provinciale Lega Trentino