VIDEONEWS & sponsored

(in )

SEN. DE BERTOLDI (FDI) * DECRETO MILLEPROROGHE: « GLI ITALIANI ATTENDONO RISPOSTE CHIARE, SU CARTELLE NECESSARIA RATEIZZAZIONE STRAORDINARIA »

Milleproroghe. de Bertoldi (FdI): basta proroghe, italiani attendono risposte chiare. Su cartelle necessaria rateizzazione straordinaria.

“L’Italia dinanzi ai gravissimi problemi che affliggono il tessuto sociale ed economico più che di proroghe avrebbe bisogno di soluzioni. Invece, siamo dinanzi all’ennesimo decreto che non risolve e che punta a spostare nel tempo i problemi”.

A dirlo è il senatore di Fratelli d’Italia, Andrea de Bertoldi, segretario della Commissione Finanze e Tesoro, in Aula nel corso del suo intervento sul decreto Milleproroghe.

“Nuovamente Fratelli d’Italia – continua il senatore di FdI – denuncia l’affronto al Parlamento, e in particolare al Senato, di un decreto che arriva senza consentire un esame approfondito e su cui addirittura sarà posta la fiducia.

Come annunciato abbiamo svolto un’opposizione patriottica e responsabile, ma non possiamo fare a meno di sottolineare che il governo non dà alcuna risposta a un tema scottante quello degli atti e delle cartelle scadute. Con questo decreto sono prorogate fino al 28 febbraio, cioè di soli tre giorni, ma servirà a ben poco.

Pensa davvero il governo che improvvisamente i contribuenti italiani, che vivono la più grave crisi economica del dopoguerra, potranno trovare quelle risorse per pagare cartelle scadute dal 2020 e continuamente prorogate?”.

“Mi auguro, piuttosto che il governo capisca che è necessaria una rateizzazione straordinaria e che è inaccettabile l’Italia rimanga senza risposte, nel mentre l’Agenzia delle Entratesi rivolge alle imprese prevedendo nel triennio 2021-2023 340mila controlli fiscali e di recuperare 45 miliardi. Così come sul tema degli sfratti attendiamo dal governo soluzioni e non l’ennesima proroga del blocco, che sta penalizzando pesantemente i proprietari. Ecco, da un governo che si autoproclamato dei migliori, ma che assomiglia più al Conte ter, ci attendiamo risposte concrete. Quelle che attende anche il Paese”, conclude il senatore de Bertoldi.