PROVINCIA AUTONOMA TRENTO
Covid-Free (27ma puntata format Tv)

Si allega, senza alcun intento polemico, ma per correttezza d’informazione, mail inviata a tutti i candidati compresa la candidata Silvia Zanetti e Messaggio Facebook.

 

*

Walter Largher
Segretario Generale UILTuCS
Trentino-Alto Adige/Süditirol

 

 

 

(Nota Opinione: in ossequio della normativa sulla privacy gli indirizzi privati -non collegàti a domìni pubblici- sono modificati per renderli non fruibili al 100%)

———- Forwarded message ———
Da: Walter Largher UILTuCS <w.largher@uiltn.it>
Date: lun 14 set 2020 alle ore 16:33
Subject: Aperture domenicali
To: <pantano.giuliano@xxxxxxxxxxx>, <rifondazionetrentino@xxxxxxxxxxx>, <filippo.degasperi@consiglio.provincia.tn.it>,<bruno.franco@xxxxxxxxxxx>, <carmenmartini@gxxxxxxxxxxx>, <avv.silviazanetti@gmail.com>, <associazionetrentino5stelle@xxxxxxxxxxx>, <segreteria@francoianeselli.it>, <marcellocarlixtrento@xxxxxxxxxxx>, <campagna@andreamerler.it>
Cc: Paola Bassetti <paola.bassetti@cgil.tn.it>, Lamberto Avanzo (lamberto.avanzo@cisl.it) <lamberto.avanzo@cisl.it>

 

 

Gentile candidata/candidato

Franco Ianeselli, Giuliano Pantano, Silvia Zanetti, Filippo Degasperi, Andrea Merler, Marcello Carli, Carmen Martini, Franco Bruno

come ben sa la nuova Legge 4 del 2020 della PAT sulle aperture domenicali e festive, non ha riconosciuto lo status di città turistica al comune di Trento che permette l’apertura annuale delle attività commerciali in tutte le 52 domeniche e 12 festività. Il comune di Trento, ad oggi, potrà quindi derogare alle aperture per un massimo di 18 domeniche e festività.
Alla luce del dibattito che ha coinvolto le lavoratrici ed i lavoratori del settore e delle richieste di modifiche alla legge da parte di alcune forze politiche, vorremmo sapere se Lei, per il comune di Trento è per un’apertura massima di 64 tra domeniche e festività delle attività commerciali (negozi, centri commerciali,ecc.) come da precedente norma nazionale o per una riduzione a meno domeniche? E se si, le chiediamo di indicare un numero di aperture che ritiene equilibrato per il Comune di Trento.
Si chiede inoltre se nel suo programma sono stati previsti servizi di conciliazione famigliare per le lavoratrici e lavoratori impegnati nell’attività lavorativa domenicale e festiva.

Distinti saluti

Paola Bassetti Segr. Gen. FILCAMS-CGIL Trentino
Lamberto Avanzo Segr. Gen. FISASCAT-CISL Trentino
Walter Largher Segr. Gen. UILTUCS Trentino Alto Adige Südtirol