VIDEONEWS & sponsored

(in )

GRUPPO CTG “TERRE ALTE” * SGUARDI DOLOMITICI: « I GIOVANI TRA TURISMO LENTO E TEMPO LIBERO, TRE LE SERATE PUBBLICHE (3-4-10 DICEMBRE) »

Sguardi dolomitici: i giovani tra turismo lento e tempo libero. Tre serate pubbliche, organizzate dall’APS Gruppo CTG Terre Alte in collaborazione con la circoscrizione Oltrefersina.

Con l’inizio di dicembre a Trento Sud, sarà tempo di una rassegna culturale. Su organizzazione dell’A.P.S. Gruppo CTG “Terre Alte” (affiliata al CTG – Centro Turistico Giovanile, ente nazionale impegnato per il turismo, l’animazione del tempo libero), in collaborazione con la Circoscrizione Oltrefersina, avrà luogo Sguardi dolomitici: i giovani tra turismo lento e tempo libero. Specialmente nel 2019, anno del turismo lento, non poteva mancare un’occasione di riflessione dedicata alla cittadinanza, in primis i giovani. Anche per gli anni che verranno, certamente il settore del turismo e del tempo libero diverranno cruciali. Ambiti dove sempre più dei giovani, si mettono in gioco.

Nella rassegna ,non si parlerà di marketing, di business…ma di turismo, quello con l’anima, in cui è necessario faticare, saper aprirsi al mondo, per portare alla luce dei territori talvolta piccoli e il lavoro umile e spesso silenzioso di giovani e, in generale, di persone.

Nelle tre serate, si darà voce specialmente a giovani donne e uomini, provenienti dalle vallate trentine e dal confinante Agordino (in provincia di Belluno), impegnati a livello lavorativo o di volontariato. In un mondo che cambia, risulta prezioso “fare rete” e soprattutto stringere alleanze.

Il primo appuntamento denominato “Tra volontariato e lavoro in un mondo che cambia” è previsto per Martedì 3 Dicembre presso la Sala Civica di Madonna Bianca in Piazzale Europa; saranno ospiti Oriana Bosco e Domiziana Pantina (la prima addetta stampa, la seconda giovane in servizio civile presso la Federazione Trentina Pro loco e loro Consorzi) e Tommaso Beltrami (Vice Presidente della Pro Loco di Darzo). Si parlerà del mondo delle Pro Loco, sempre più in crescita in Trentino, delle attività compiute con sacrificio ed entusiasmo e dei progetti futuri.

Secondo atto della rassegna andrà in scena il giorno successivo, Mercoledì 4 Dicembre, sempre nella Sala Civica di Madonna Bianca in Piazzale Europa. Una serata dal titolo “Storie di vita, insieme si può…”. Ospite d’eccezione sarà Francesco Gubert, partito da Trento Sud, dopo gli studi universitari ora è divenuto Maestro assaggiatore di formaggi. Racconterà della sua professione inedita, del suo lavoro che lo porta in giro per il mondo alpino e non solo. Interverranno anche: Erica Dalpez, Assessora al Turismo del Comune di Bedollo e accompagnatrice turistica e Michele Anselmi, laureato in Managament della sostenibilità e del turismo e capo AGESCI del Gruppo Scout Trento 1.

Nell’ultima serata, in programma per Martedì 10 Dicembre, presso la Sala Polivalente in Via la Clarina, tema della serata sarà “Esserci tra valli e città: per un turismo e tempo libero…con l’anima!”. Una tavola rotonda a più voci, saranno ospiti: Stefania Schir (Assessora alla Cultura del Comune di Folgaria), Diego Andreatta (Direttore di “Vita Trentina”, Loris Serafini (Direttore del MUSAL – Museo Albino Luciani), Alessandro Rigatti (Assessore alla Cultura del Comune di Revò e operatore culturale, manager del territorio), Donata Borgonovo Re (Docente dell’Università di Trento e responsabile del progetto Civà).

In occasione dell’ultima serata, è previsto un momento speciale con la consegna di riconoscimenti a persone che hanno contribuito alla crescita del CTG in Trentino, in epoche diverse: Don Giuseppe Grosselli, Don Elio Sommavilla, Don Bruno Daprà e Michele Malfer. E’ annunciata la partecipazione del presidente nazionale CTG e degli altri Gruppi trentini affiliati.

Oltre alle testimonianze, in ogni serata ci sarà lo spazio per le domande e il dibattito in sala. Ciascun appuntamento avrà inizio alle ore 18,15, l’ingresso sarà libero.
Moderatrice della rassegna sarà Chiara Paoli, giornalista pubblicista.
In un mondo frenetico, si vuole aiutare le persone a riservare del tempo per la riflessione e anche favorire una crescita dal punto di vista culturale. Turismo e tempo libero: non sono solo parole, ma ambiti in cui è importante sviluppare relazioni tra persone e favorire anche la crescita del legame con il territorio e, più in generale, con l’ambiente.

Con la rassegna “Sguardi dolomitici”, sarà solo una prima fase di un nuovo itinerario che l’APS Gruppo CTG “Terre Alte” sta definendo per continuare nell’impegno per il turismo e il tempo libero, con vivacità e con il coinvolgimento di giovani.

E d’altra parte, come diceva il compianto giornalista trentino Aldo Gorfer, il paesaggio è come un «seme», messo a germogliare perché nascano ispirazioni e vocazioni, idee, nuovi luoghi, una «leva» come lo sono le forme delle montagne, per costruire luoghi di vita non amorfi e viverli insieme.