News immediate,
non mediate!
Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

GHEZZI E COPPOLA (FUTURA) * JEEP E DINTORNI: « TRENTINO IN SVENDITA, IL CONTO ALLE FUTURE GENERAZIONI »

Scritto da
11.35 - venerdì 10 maggio 2019

Jeep e dintorni. Trentino in svendita. Il conto alle future generazioni. Oggi abbiamo ricevuto la risposta del presidente Fugatti (che alleghiamo) alla nostra interrogazione, nella quale esprimevamo forti dubbi sull’iniziativa della sesta edizione di “Camp Jeep 2019” a San Martino di Castrozza. In particolare avevamo chiesto se ritenesse opportuno continuare a promuovere eventi di tale portata in un territorio di enorme pregio naturalistico, fragile e delicato e tra l’altro messo già a dura prova dalla tempesta Vaia dello scorso ottobre 2018.

La risposta che abbiamo ricevuto non è esaustiva né convincente, soprattutto se confrontata con le dichiarazioni stampa di oggi dell’assessore Failoni, che è favorevole allo svolgimento di grandi eventi in montagna, in quanto “volano eccezionale per i territori”, dimenticando che – come scritto dal presidente Fugatti nella risposta alla nostra interrogazione – “è necessario ricercare l’equilibrio tra iniziativa/evento da una parte e patrimonio ambientale, immagine e posizionamento di mercato dell’ambito (peraltro strettamente dipendente dal patrimonio ambientale), dall’altra tenendo comunque in considerazione le autonome scelte che le Amministrazioni comunali possono adottare”. Pertanto è necessario valorizzare il territorio e rispettarlo proprio al fine di mantenere la sua attrattività turistica, che dipende dal patrimonio ambientale.

Nella risposta si rileva che l’iniziativa non ha ricevuto alcuna autorizzazione e che neppure l’Ente Parco è stato contattato, in quanto l’evento non pare coinvolgere il territorio del Parco Naturale Paneveggio Pale di San Martino. Il fatto che si svolga in una zona ad esso limitrofa tuttavia non neutralizza i danni all’ecosistema e al Parco tutto, che si ribadisce, dovrebbe essere tutelato e coinvolto. Lo stesso presidente dell’Ente Parco si chiede se sia giusto svendere l’immagine di ambiente integro che il Trentino trasmette per cercare di risolvere problemi e crisi contingenti e sostiene che sia imprescindibile una crescita valoriale. Si condivide l’opinione del direttore sul fatto che questi eventi non portano benefici economici a lungo termine.

Aspettiamo con fiducia le nuove “Linee guida per l’individuazione delle attività umane incompatibili con le peculiarità dei territori montani”, che come scrive Fugatti, diverranno utile orientamento a livello locale nella auto-valutazione delle proposte e strumento per un approccio più omogeneo e coerente a livello provinciale. Alexander Langer ricordava che la nostra terra ci è stata data in prestito dai nostri figli: a noi il dovere di riconsegnarla intatta alle prossime generazioni.

 

*

PAOLO GHEZZI – LUCIA COPPOLA
consiglieri provinciali FUTURA 2018

Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

I commenti sono chiusi.