Ieri, domenica 26 luglio nello spazio aperto di Trento Fiere si è tenuta l’assemblea annuale della Federazione Schützen del Welschtirol (Trentino) programmata inizialmente al 15 marzo e poi annullata a seguito pandemia Covid. Fra gli ospiti intervenuti Il Presidente della P.A.T Maurizio Fugatti ed il Presidente del Consiglio Provinciale Walter Kaswalder, il sindaco di Calliano Lorenzo Conci ed il direttore della Fondazione museo storico del Trentino Giuseppe Ferrandi.

CLICCA QUI PER LA PHOTOGALLERY

 

Presenti anche ospiti delle altre Federazioni per il Sudtirolo (Bolzano) Jürgen Wirth Anderlan Landeskommandant, Renato des Dorides Landeskommandant- Stellvertreter del Südtiroler Schützenbund, Lorenz Puff Bezirksmajor – Bezirk Bozen, Sepp Kaser referente culturale Bezirksbrixen, per il Land Tirol (Innsbruck) Kurt Mayr Bundesgeschäftsführer del Bund der Tiroler Schützenkompanien e per il V.T.M Vereinigung Traditionsverbande Mitteleuropa (Salisburgo) Alfred Ertl Obmann und Präsident.

La serata è stata accompagnata dalla banda civica di Borgo Valsugana.

I lavori sono iniziati alle 17.30 con la celebrazione della Santa Messa officiata da don Bruno Tomasi. A seguire, dopo una breve pausa, è iniziata l’assemblea ordinaria con i vari punti all’ordine del giorno fra cui l’approvazione del bilancio consultivo anno 2019, l’approvazione del bilancio preventivo anno 2020 e l’approvazione della quota sociale per l’anno 2020. Tutti i punti sono stati approvati all’unanimità.

 

Nella sua relazione il Landeskommandant, oltre che a ripercorre gli eventi più significativi dell’attività relativa all’anno 2019, quali:

– L’uscita ad Isernia per ricordare gli internati trentini che combatterono con la divisa austro-ungarica ed ivi internati dopo la fine della prima guerra mondiale.

– Presso il santuario di San Romedio in ricordo del pellegrinaggio di Andreas Hofer con 600 Schützen dove ha officiato la Santa Messa il vescovo emerito di Trento Luigi Bressan.

– Presentazione del progetto “1809 i luoghi della memoria” sulle tracce di Andreas Hofer, con una conferenza stampa nella sede della Provincia di Trento.

– Il ricordo, a Villalagarina, del vescovo di Salisburgo Paride Lodron originario del posto in occasione dei 400 anni del rifacimento del duomo di Salisburgo dove moltissimi trentini vi avevano lavorato.

– L’inaugurazione del giardino dedicato ad Andreas Hofer

 

Ricorda gli ottimi rapporti che si sono instaurati sia con le istituzioni pubbliche che con quelle ecclesiastiche, con alcune associazioni italiane e con le associazioni legate al mondo del Tirolo storico.

Ripercorre, inoltre, le motivazioni dell’esistenza degli Schützen, come l’essere i portatori di quei valori che sono stati il fondamento della popolazione di questa terra per centinaia d’anni, senza per questo voler ritornare al 1800, ma conoscere quei valori permette di costruire un futuro migliore e difendere la propria identità.

Un ultimo passaggio è stato dedicato alla autonomia ed alla Euroregione Tirol-sud Tirol Trentino. E’ stata accolta con molto piacere l’intensificarsi delle relazioni fra le tre provincie che formano l’Euroregione vista la storia, il territorio e le problematiche che ci uniscono. Abbiamo bisogno di una autonomia sempre più forte perché “Chi può governare meglio la propria terra se non chi ci abita e lo ha fatto per centinaia d’anni?”. Autonomia non vuol dire chiudersi ma assumersi, anche nei confronti dei territori confinanti, la responsabilità di una corretta gestione del proprio territorio.

Il Presidente della P.A.T nel suo intervento ha definito gli Schützen “radici, cultura e storia che ci ricordano da dove siamo partiti. L’autonomia deve avere un’anima e gli Schützen sono parte centrale di quest’anima”.

L’assemblea ordinaria si è conclusa con la consegna delle onorificenze agli Schützen che hanno compiuto i 15 e/o i 25 anni di appartenenza alle varie compagnie ed inoltre sono state insigniti della medaglia d’oro “Giuseppina Negrelli” Pattini Alberto ed Hildegard Flor, mentre con la medaglia di bronzo è stato insignito Carlo Devigili.

L’assemblea è poi continuata con la fase elettiva della nuova direzione con l’elezione del nuovo direttivo composta da:

Presidente Enzo Cestari, Vice Presidente Umberto Facchinelli, Segretario Oskar Enrici e cassiere Rodolfo Moranduzzo.

 

*

IL Landeskommandant Enzo Cestari