VIDEONEWS & sponsored

(in )

COPPOLA (EUROPA VERDE) * AGRICOLTURA: « SALVAGUARDIAMO IL MERAVIGLIOSO E PREZIOSO MONDO DELLE API E DEGLI INSETTI IMPOLLINATORI »

Salvaguardiamo il meraviglioso e prezioso mondo delle api e degli insetti impollinatori.

La giornata mondiale delle api è stata istituita dalle Nazioni Unite nel 2017 e si è festeggiata per la prima volta il 20 maggio 2018. Lo scopo di questa giornata è sensibilizzare il mondo intero sulla minaccia che incombe sulle api e in genere su tutti gli insetti impollinatori. Gli effetti combinati del cambiamento climatico, dell’inquinamento, dell’uso dei pesticidi, delle modifiche di destinazione del suolo, dei sistemi agricoli monocolturali, rischiano di distruggere questi preziosissimi insetti.

Il 75% delle colture alimentari dipendono anche dall’impollinazione, sia per la resa, sia per la qualità. Quasi il 35% degli impollinatori invertebrati, pensiamo alle api e alle farfalle, e circa il 17 % degli impollinatori vertebrati, per esempio lucertole, pipistrelli, rischiano l’estinzione a livello mondiale.
E questo produrrebbe la distruzione di colture di frutta, verdura e altri prodotti che sono alla base della nostra vita, oltre ad incidere pesantemente sulla qualità del cibo che si coltiva.

Il ruolo di questi piccoli, ma operosi, insetti non si limita alla già importante produzione di miele e di prodotti da esso derivati, ma funge anche da fondamentale indicatore per la salute dell’ambiente.

Le famiglie di api si muovono entro circa 7 km di raggio rispetto al proprio alveare e sono circa 8000 i prelievi giornalieri dalle matrici ambientali (aria, acqua e suolo) che possono fornire dati qualitativi e quantitativi relativi alla salubrità o meno di un determinato ecosistema.
Come possiamo agire per evitare questa catastrofe? Per invertire questo trend siamo chiamati tutti noi a fare nuove scelte, come consumatori e come cittadini. Evitiamo di usare pesticidi e fungicidi nei nostri giardini, piantiamo piante autoctone, creiamo siepi, acquistiamo miele dagli agricoltori locali privilegiando quindi le pratiche agricole sostenibili.

In agricoltura riduciamo o eliminiamo l’uso di pesticidi, diversifichiamo il più possibile le colture scegliendo anche le più attrattive sui campi. Solo con la conoscenza profonda delle cause e delle dinamiche di contaminazione, il costante monitoraggio, la messa in pratica di sistemi sostenibili di produzione agricola, con la protezione della biodiversità si potrà scongiurare l’estinzione di questi preziosi insetti evitando un danno incalcolabile per la biodiversità sulla Terra e per la nostra stessa esistenza.

 

*

Lucia Coppola

consigliera provinciale/regionale
Gruppo Misto/Europa Verde