VIDEONEWS & sponsored

(in )

CONZATTI (FI) * RDC: « PROVVEDIMENTO FARLOCCO CHE RISPONDE MALE A UN BISOGNO REALE, NON RISPETTATE LE REGIONI E LE PROVINCE A STATUTO SPECIALE »

Non passano gli emendamenti presentati in difesa dell’Autonomia sul ddl reddito di cittadinanza e quota100 che continuerà a contenere “misure farlocche. Bandiere elettorali – dice Conzatti – che rispondono male a problemi reali”.

La senatrice spiega: in aula è stato lanciato un grido d’allarme. C’è un totale buco organizzativo nel rapporto tra un livello concettuale – secondo noi molto discutibile – di questa norma e il livello di applicazione.

Si vogliono assumere dei navigator senza concorso, a tempo determinato, senza sapere da chi verranno formati, da chi verranno coordinati, a chi faranno riferimento e non si attinge, invece, dalle graduatorie dei centri per l’impiego e non si indicono nuovi concorsi per i centri per l’impiego, in modo tale che il territorio possa riorganizzarsi.

Respinta la proposta di convenzioni bilaterali. Avevamo chiesto di dare alle Regioni i fondi affinché i centri per l’impiego possano riorganizzarsi e possano assumere le persone.

Non sono state rispettate le Regioni a Statuto speciale e faccio riferimento, in particolare, alla Provincia autonoma di Trento e alla Provincia autonoma di Bolzano.

Esistono delle norme di attuazione dettate dagli Statuti di autonomia che attribuiscono competenza primaria in queste materie alle Province autonome.

Non si capisce come lo Stato pretenda di applicare una misura totalmente discutibile laddove hanno legiferato di più, meglio e da tempo altri organismi in base al principio di sussidiarietà e in base, naturalmente, agli istituti di autonomia.

*

Donatella Conzatti

Senatrice Forza Italia