VIDEONEWS & sponsored

(in )

CONSORZIO COMUNI TRENTINI * SEDUTA DEL 10 MARZO: « DISCIPLINA PER LE ASSUNZIONI DEL PERSONALE DEI COMUNI PER L'ANNO 2021 »

NEWS DALLA SEDUTA DEL CAL di mercoledì 10 marzo 2021 ore 16.00. Disciplina per le assunzioni del personale dei Comuni per l’anno 2021.

Approvata la proposta della Giunta. Si parte dalla delibera per un confronto costruttivo.

Il Consiglio delle autonomie locali ha preso in esame la proposta di deliberazione della Giunta provinciale in merito alla Disciplina per le assunzioni del personale dei Comuni per l’anno 2021.

L’argomento non è nuovo ed è stato trattato anche in altre sedute. Quella di oggi è stata l’occasione per ulteriori approfondimenti. Si tratta di un provvedimento atteso, sul quale gli Enti locali hanno lavorato d’intesa con la Provincia Autonoma di Trento. Arriva dopo anni di contrazione degli organici comunali, permettendo nuove assunzioni negli Enti locali.

“Le scorse settimane i Sindaci – ha detto il Presidente del Cal Paride Gianmoena aprendo i lavori – hanno verificato sul campo quali possono essere le migliori soluzioni. La delibera della Pat – ha sottolineato – è stata analizzata anche in Giunta e si è convenuto come il modello sia migliorabile, ma come in questo momento, fare una proposta alternativa vorrebbe dire allungare i tempi mettendo in difficoltà i Comuni che hanno la necessità di assumere. Quindi la delibera è la base di partenza per un confronto costruttivo di miglioramenti. La priorità adesso – ha continuato Gianmoena – è quella di garantire le assunzioni in tempi brevi, ma anche di premiare la collaborazione tra i Comuni e di conseguenza le Gestioni associate. La norma – ha concluso – non permette di premiare questo percorso, ma su questa strada dobbiamo condividere un’impostazione normativa con la Provincia”.

Sul tema è intervenuto anche Mirko Montibeller, Sindaco di Roncegno e Assessore competente del Cal, che ha ribadito come servano risposte urgenti alle esigenze dei Comuni. “Abbiamo bisogno di risposte veloci e competenti da dare ai cittadini e alle imprese – ha evidenziato Montibeller – serve dare una scossa positiva al comparto delle autonomie locali, dove si necessità sempre più maggior professionalità e competenza. Di conseguenza vediamo con favore le gestioni associate”.
Montibeller ha sottolineato come serva partire, anche se la delibera ha delle criticità che vanno risolte soprattutto sul personale degli asili, della scuola materna, dei custodi forestali, delle biblioteche e della polizia locale.

“In questo senso – ha specificato Montibeller – chiediamo un impegno da parte della Pat, in sinergia con il sistema delle autonomie locali, per correggere i dati in corso d’opera.
Montibeller ha chiarito anche alcune questioni da affrontare, come la premialità per i Comuni che sono rimasti e che decideranno di entrare nelle gestioni associate; la norma attualmente non lo permette, ma serve una soluzione. Montibeller ha illustrato anche, in un’ottica di confronto, la necessità di intervenire cercando di eliminare, nei Comuni fino a 1000 abitanti, la soglia di decurtazione.

Altra questione riguarda la spesa riferita al 2019 per il calcolo delle assunzioni. La proposta del Cal è quella di non fissare una regola, ma di valutare caso per caso. Ci sono, infatti, Comuni che hanno sostenuto la spesa per dipendenti in distacco in altri Comuni. Infine grande attenzione, per Montibeller, deve essere rivolta alle modalità di assegnazione in merito all’importo finanziario deciso dalla Pat per i Comuni che non dispongano di sufficienti risorse per la copertura della dotazione standard.
In chiusura il Cal si è dichiarato d’accordo sull’impostazione proposta dalla Giunta.