Nuova Commissione europea. Dorfmann: “Bene le nomine di Hahn e Gentiloni”. L’europarlamentare sudtirolese Herbert Dorfmann si rallegra della nomina di Johannes Hahn a Commissario europeo al Bilancio: “Johannes Hahn conosce e apprezza la nostra terra. Già negli ultimi anni si è dimostrato un interlocutore affidabile all’interno della Commissione”.

Il Bilancio è una delle competenze principali nel nuovo esecutivo europeo. “L’erede del posto che nella passata legislatura fu di Günther Oettinger diventa di diritto uno dei membri più importanti della nuova Commissione. Soprattutto ora che ci apprestiamo a negoziare quante risorse europee saranno allocate al settore agricolo, alla tutela delle nostre frontiere, alla ricerca e a tanti altri settori”, spiega Dorfmann.

Johannes Hahn è membro del Partito popolare austriaco (Övp), è stato nella scorsa legislatura Commissario all’Allargamento, e oggi viene proposto dalla nuova presidente della Commissione, Ursula von der Leyen, come Commissario al Bilancio.

“Ho un buon feeling con Johannes Hahn. Lui conosce molto bene la nostra terra, dove viene con regolarità, come nel caso dell’ultima Assemblea federale dell’Svp a Merano”.

Con altrettanto ottimismo Dorfmann valuta la nomina dell’ex presidente del Consiglio italiano Paolo Gentiloni a Commissario agli Affari economici: “Paolo Gentiloni dovrà impegnarsi affinché l’Italia torni a giocare un ruolo importante in Europa.

È la prima volta nella storia che all’Italia va il Commissario agli Affari economici. La nomina di Gentiloni mostra che la nuova Commissione europea è interessata ad avere un buon rapporto con il nuovo governo italiano e che è disponibile ad affrontare la richiesta italiana di una rielaborazione del pacchetto di stabilità. Ora il dossier è in mano a Gentiloni”.