VIDEONEWS & sponsored

(in )

CONSIGLIO PROVINCIALE TRENTO * LAVORI AULA: « PROSEGUE IL MURO CONTRO MURO TRA MAGGIORANZA E OPPOSIZIONE SENZA CHE NULLA LASCI PENSARE AD UNA POSSIBILE INTESA »

In allegato, nota sui lavori del pomeriggio in Aula sul ddl 21 relativo all’assestamento del bilancio provinciale 2019-2021 proposto dalla Giunta. Prosegue il muro contro muro tra maggioranza e opposizione senza che nulla lasci pensare ad una possibile intesa. Essendo esauriti i tempi per la discussione, l’attività è limitata alla votazione degli emendamenti ai 45 articoli del ddl, presentati a migliaia dalle minoranze. I lavori, sospesi alle 19.00 per la cena, riprenderanno alle 20.00 e proseguiranno fino a mezzanotte.

Assestamento in Aula senza spiragli d’intesa tra maggioranza e opposizione. Nel pomeriggio le minoranze si sono viste respingere 950 emendamenti. I lavori, sospesi alle 19.00 riprenderanno alle 20.00 per arrivare a mezzanotte.

In Consiglio provinciale alla ripresa pomeridiana della seduta dedicata al ddl 21 proposto dalla Guiunta sull’assestamento di bilancio, Filippo Degasperi (5 stelle) ha chiesto se la comparsa su Social e giornali online di fotografie dell’Aula utilizzate per screditare le minoranze accusate di disertare i lavori a scopo ostruzionistico, sia riconducibile ad immagini scattate da operatori autorizzati o meno.

Il presidente del Consiglio Kaswalder ha risposto ricordando l’esistenza di una lista di giornalisti autorizzati ad entrare e a fotografare l’Aula subito prima o dopo i lavori. E ha richiamato i consiglieri, alcuni dei quali, come denunciato dalle minoranze, avevano scattato delle foto, alla correttezza e al decoro nei comportamenti assunti in Aula, rispettando l’articolo 86 del regolamento consiliare.

Kaswalder ha sollecitato in particolare a non utilizzare il cellulare per scattare e diffondere all’esterno immagini dell’emiciclo durante i lavori. Sull’argomento Degasperi, non soddisfatto, ha ripetutamente chiesto e poi ottenuto da Kaswalder la convocazione di una capigruppo (del cui esito abbiamo riferito a parte).

Subito dopo è ripartita la serie delle votazioni relative agli emendamenti proposti tutti dalle minoranze all’articolo 20 (sui 45 del ddl). Votazioni avvenute molto spesso non a scrutinio segreto nonostante le sistematiche richieste di Manica (5 stelle) e Marini (5 stelle), in mancanza del numero minimo necessario di consiglieri favorevoli a questa modalità (8).

Tra le 15.00 e 20.00, ora di sospensione dei lavori, sono stati votati e respinti circa 950 emendamenti proposti dalle minoranze. Alle 19.00 lavori sospesi per la cena. Riprenderanno alle 20.00 per proseguire fino a mezzanotte.

 

 

 

[pdf-embedder url=”https://www.agenziagiornalisticaopinione.it/wp-content/uploads/2019/07/Domenica-28-luglio-pomeriggio.pdf” title=”Domenica 28 luglio pomeriggio”]