PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

"Il Trentino news" (puntata n° 17)

Assegnati i nuovi carabinieri al Provinciale di Trento.

Sono 27 i carabinieri nuovi che sono stati destinati alle Stazioni Carabinieri del Trentino. Sono ragazzi della “generazioneZ”, alcuni dei quali nati dopo il 2000, provenienti dal Nord e dal Sud Italia. Tra loro ci sono anche 6 ragazze.

Ciò permetterà di esprimere al Comando provinciale di Trento un maggiore numero di pattuglie sulla strada e, quindi, un incremento del controllo del territorio. Se questi giovani carabinieri potranno difettare di esperienza, a loro non mancherà certo l’entusiasmo, l’energia e la preparazione per poter servire al meglio il proprio Paese.

Un servizio, il loro, rafforzato dall’aver ricevuto una formazione multidisciplinare, di carattere sia teorico che pratico, che spazia dalle nozioni di diritto e procedura penale alla conoscenza di tecniche e modalità per affrontare persone sotto l’effetto di sostanze stupefacenti o alcoliche, fino ai corsi di difesa personale e sul tema dei diritti umani.

Ma non solo. Il lavoro pratico di una generazione cresciuta a braccetto con la tecnologia, di “nativi digitali”, consentirà un approccio smart a tutte le applicazioni che l’Arma ha messo a disposizione del suo personale per operare al meglio al servizio del cittadino.

La scelta di questi appartenenti ai “millennials” di vestire l’uniforme testimonia la fiducia che le nuove generazioni ripongono nei valori che l’Arma incarna: la partecipazione attiva e la solidarietà operosa sono principi di vita che accomunano questi giovani all’essenza dell’Istituzione, racchiusa nel giuramento prestato, custode dei più elevati valori e delle nobili tradizioni dei Carabinieri da oltre 200 anni.

Il Colonnello Simone Salotti, comandante il Provinciale Carabinieri di Trento, dà il benvenuto ai nuovi Carabinieri, augurandogli buon lavoro: ad maiora!

 

 

Foto: archivio Opinione