News immediate,
non mediate!
Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

CIA – AMBROSI – ROSSATO (FDI – TRENTINO) * GREEN PASS: « PER I GENITORI NELLE SCUOLE SPOSTARE L’OBBLIGO AL 14/9 È UN ATTO DI BUONSENSO E SENSIBILITÀ »

Scritto da
14.41 - venerdì 10 settembre 2021

Green pass per i genitori nelle scuole –  “Spostare l’obbligo al 14: un atto di buonsenso e sensibilità”.

La tempistica con cui il Governo ha introdotto l’obbligo del green pass anche per i genitori degli studenti che accompagnano i figli a scuola è quantomeno inopportuna.
Lunedì 13 per migliaia di alunni trentini suonerà la campanella per la prima volta in questo nuovo anno scolastico. Il primo giorno di scuola ha sempre un sapore speciale, chiunque di noi ricorda certamente l’emozione di tornare sui banchi, la felicità nel rivedere amici a cui chiedere come sono andate le vacanze estive, la curiosità nello scorgere volti nuovi e, perché no, un pizzico di nostalgia per l’estate ormai terminata. Tutto questo, certo, ma anche un senso di spaesamento nel doversi abituare a una realtà nuova o comunque non più consueta.

Pensiamo ai bambini delle scuole dell’infanzia e delle primarie, specialmente a quelli di prima elementare che vanno a scuola per la prima volta, per cui la mano del genitore rappresenta un insostituibile appiglio, fonte di sicurezza e tranquillità, che li accompagna verso una nuova esperienza. Ecco, ad alcuni bambini sarà negata questa possibilità e verranno accolti all’interno delle mura scolastiche senza la presenza della mamma o del papà.

Questo perché il Governo ha deciso d’introdurre quest’obbligo a soli tre giorni dall’inizio delle scuole, causando criticità alle famiglie non ancora vaccinate, soprattutto nelle valli; infatti, nei tanti paesini che compongono il nostro territorio non è certamente agevole trovare un posto dove effettuare un tampone nel weekend. Inoltre, questa misura impone anche ai presidi di organizzarsi in fretta e furia per mettere in piedi un sistema di controlli il primo giorno di scuola, che solitamente è già abbastanza caotico, sovraccaricando quindi insegnanti e personale amministrativo.

C’è il rischio che si generino code e assembramenti all’ingresso degli istituti scolastici, creando un contesto pericolosamente adatto alla diffusione del Covid e ottenendo dunque un risultato diametralmente opposto a quello per cui dovrebbe essere inteso il green pass.

Per questo motivo, consapevoli della sensibilità che caratterizza il Presidente Fugatti, noi di Fratelli d’Italia ci uniamo alla richiesta di tante famiglie di prendere in considerazione la possibilità di posticipare a martedì 14 settembre il recepimento dell’obbligatorietà del certificato verde per l’ingresso dei genitori nelle scuole. Sarebbe una misura di buonsenso e un importante segnale di distensione per raffreddare gli animi in una giornata che dovrebbe essere simbolo di unità e comunità, non di divisione.

 

*

Gruppo consiliare provinciale – Fratelli d’Italia

Cons. Claudio Cia Cons. Alessia Ambrosi Cons. Katia Rossato

Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

I commenti sono chiusi.