VIDEONEWS & sponsored

(in )

CENTRO SERVIZI CULTURALI S. CHIARA (TN) * “INDANZA”: IL CORPO SUSSURRANDO, A ROVERETO IL SECONDO APPUNTAMENTO GIOVEDÌ 30 NOVEMBRE

Trittico d’autore con il Balletto Teatro di Torino per il secondo appuntamento “InDanza” a Rovereto. Dopo l’intenso Cantico dei Cantici proposto in apertura di Stagione dalla compagnia Virgilio Sieni, la rassegna InDanza promossa a Rovereto dal Centro Servizi Culturali S. Chiara prosegue con un’altra eccellenza italiana: il Balletto Teatro di Torino, storico ensemble fondato da Loredana Furno nel 1979, oggi diretto dalla figlia Viola Scaglione e votato a un repertorio contemporaneo.

All’Auditorium “Melotti” giovedì 30 novembre presenterà il trittico, Il Corpo Sussurando, che unisce un pezzo cult di Itzik Galili con la novità per la compagnia di Yin Yue e una creazione degli stessi danzatori dell’ensemble.

Il Balletto Teatro di Torino vanta oltre trentacinque anni di attività continuativa. Oggi compagnia stabile di sei elementi con formazione eclettica, ha sviluppato negli anni un percorso originale di creazione e di acquisizione di titoli.

Dopo un decennio segnato dalla figura creativa di Matteo Levaggi, dal 2013 il Balletto Teatro di Torino ha intrapreso un percorso di non esclusività autoriale, coniugando l’incentivazione alla crescita artistica dei talenti interni con l’acquisizione di opere di coreografi di fama internazionale quali ad esempio quelle dell’israeliano, attivo in Olanda, Itzik Galili.

Compagnia residente alla “Lavanderia a Vapore” di Collegno, splendido spazio industriale recuperato e reso polo regionale della danza dalla Fondazione “Piemonte dal Vivo” con attività sia di produzione che di ospitalità, il Balletto Teatro di Torino ad ogni progetto mostra un volto originale.

Così accade con il nuovo trittico nel quale si incontrano le poetiche della coreografa newyorkese di origini mongole Yin Yue e dell’israeliano-olandese Itzik Galili.

La creazione di Yue si intitola Con Diviso e nasce sulle musiche di Giovanni Sollima: un’occasione per i danzatori di confrontarsi con la tecnica di movimento FoCo inventata dalla coreografa, unione di saperi occidentali della danza contemporanea e saperi orientali: le danze tradizionali della Mongolia. In questo pezzo Yue crea tra corpi e musica un gioco di intense corrispondenze.

Cammeo centrale della serata è Concept #1, performance in cui i sei danzatori della compagnia sono autori-improvvisatori di una danza composta sulla musica elettronica ‘contaminata’ dall’arpa live di Federica Magliano.

Chiude Chameleon, coreografia originariamente concepita per un gruppo ‘al femminile’. Per il Btt il coreografo israeliano lo ha appositamente ripensato per una sola interprete: la solista spagnola Wilma Puentes Linares.

Adagiato sulla composizione di John Cage In a Landscape, il brano si incentra sulla versatilità della danzatrice invitata a una continua metamorfosi. Un suggestivo ‘esercizio’ sulla rivelazione del complesso essere femminile, della personalità, sospeso tra astrazione e narrazione, umorismo e sensualità.

Giovedì 30 novembre all’Auditorium “Melotti” di Rovereto lo spettacolo avrà inizio alle ore 21.00.